/ Politica

Politica | 23 settembre 2019, 19:16

Lo Spresal in Anagrafe: se ne parla anche in sala Rossa

L'assessore Sergio Rolando ha relazionato sull'episodio

Lo Spresal in Anagrafe: se ne parla anche in sala Rossa

 

L’assessore Sergio Rolando ha risposto, questo pomeriggio durante il Consiglio comunale, a una richiesta di comunicazioni presentata dal capogruppo del PD, Stefano Lo Russo, sul sopralluogo effettuato dagli ispettori dello SPreSAL (Servizi di prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro) nei locali dell’anagrafe centrale di via della Consolata.

"Nei giorni scorsi - ha detto Rolando - funzionari dello Spresal hanno visitato alcuni locali seminterrati, cortili della sede dell'Anagrafe centrale. Sono stati già predisposti alcuni divieti nei parcheggi per limitarne l’accesso. Si stanno rivedendo i locali degli Archivi. Ciò non ha provocato alcuna interruzione al servizio degli uffici anagrafici. I funzionari dello Spresal hanno inviato un verbale e torneranno per un altro sopralluogo".

Gli ha risposto Stefano Lo Russo (PD): "Paola Pisano ha lasciato l’Anagrafe in una situazione grave, quindi ringrazio l’assessore Rolando per aver assunto questa delega. L’Anagrafe non è solo una questione di servizio ma è un problema politico, in quanto non ve ne siete occupati, comprese le chiusure di alcune sedi decentrate. Chiedo soltanto che la responsabilità non sia accollata ai funzionari amministrativi e aspettiamo come sarà gestita l’Anagrafe in ogni suo aspetto.

Deborah Montalbano (DemA): "Ringrazio l’assessore Rolando per l’onestà intellettuale con la quale ha affrontato la questione di cui non è responsabile. Fino a qualche settimana fa si diceva in questo Consiglio comunale che le Anagrafi funzionavano tutte benissimo. In molte commissioni si è parlato della sicurezza nelle sedi anagrafiche e dei sistemi informativi che spesso creano criticità e quindi sospensioni del servizio. E’ già nel 2018 si parla di messa in sicurezza dello stabile dell’Anagrafe centrale e di innovazione".

"Voglio sottolineare - ha invece detto Antonio Fornari (Movimento5stelle) - che in questa aula spesso si dice che non funziona nulla e niente va bene. Ricordo che i certificati di stato civile si possono ottenere anche online oppure presso le edicole". "Volevo sottolineare - ha poi concluso Fabio Versaci (Movimento5stelle) - che Paola Pisano è diventata, con merito, ministro".

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium