/ Politica

Politica | 23 settembre 2019, 17:41

Teatro Regio, in Sala Rossa si discute del bando per la ricerca del Segretario artistico

Sinora non era mai stato fatto un avviso pubblico. L'assessore Leon: "E' una novità di cui essere soddisfatti"

Teatro Regio, in Sala Rossa si discute del bando per la ricerca del Segretario artistico

 

Su richiesta dei consiglieri PD Stefano Lo Russo e Chiara Foglietta, è intervenuta oggi in Sala Rossa l’assessora alla Cultura Francesca Leon a fornire comunicazioni sul bando pubblicato dalla Fondazione Teatro Regio per la copertura della carica di Segretario artistico.

Leon ha spiegato che il nuovo sovrintendente ha deciso di pubblicare un bando per ricoprire la figura di Segretario artistico con contratto di collaborazione coordinata e continuativa. Sinora non era mai stato fatto un avviso pubblico: è una novità di cui essere soddisfatti – ha aggiunto. Fornirà supporto al direttore artistico: funzione ora svolta dal sovrintendente. Il contratto avrà durata annuale, rinnovabile. Non sarà un sostituto del maestro Galoppini – ha concluso l’assessora – ma una figura adeguata al nuovo assetto del Regio.

La consigliera Chiara Foglietta (PD) ha affermato che è un fatto anomalo che funzioni del genere possano essere ricoperte da chi non ha un rapporto subordinato rispetto all'ente. Perché il direttore artistico non subordinato non andava bene e invece un segretario artistico non subordinato sì? Sono perplessa", ha concluso.

Le tipologie di contratti – ha infine precisato Leon – hanno vincoli diversi: qui si tratta di un contratto para-subordinato, non a partita iva. E non si tratta di un direttore, ma di un segretario, con compiti diversi.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium