/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 09 ottobre 2019, 20:10

Torino, la nuova Ztl rischia di slittare. Lapietra:"Nostro obiettivo 1° gennaio 2020"

Entro fine novembre nella Ztl potrebbe entrare in vigore il limite dei 30 Km/h. La Città sta lavorando per posizionare i cartelli, che permetteranno di dare il via libera alla circolazione dei monopattini elettrici

Torino, la nuova Ztl rischia di slittare. Lapietra:"Nostro obiettivo 1° gennaio 2020"

Potrebbe slittare l'attivazione della nuova Ztl di Torino, prevista il 1° gennaio. Il nuovo modello voluto dall'amministrazione Appendino prevede la chiusura del centro fino alle 19.30, con la possibilità di entrare prima dietro pagamento di un pedaggio che dà diritto a due ore di parcheggio. A poco più di due mesi e mezzo, diminuiscono le possibilità che Torino Centro Aperto possa essere operativo con l'anno nuovo.

L'assessore ai Trasporti Maria Lapietra oggi in Commissione ha confermato che l'obiettivo dell'amministrazione resta quello di partire al 1° gennaio 2020, anche se a domanda diretta del capogruppo del Pd Stefano Lo Russo sulla tempistica "dall'Assessora non arriva nessuna risposta certa, ma solo un grande imbarazzo". "Stiamo portando avanti - ha precisato Lapietra - in maniera proficua il project financing privato e abbiamo dato l'avvallo sulla fattibilità tecnica"

La Città però non ha ancora pubblicato il bando su chi si occuperà di gestire l'infrastruttura e l'assessore non si sbilancia su quando verrà lanciata la gara. Una possibile ipotesi per accelerare i tempi, come spiegato dall'esponente della giunta Appendino, potrebbe essere quella di fare una procedura lampo da 35 giorni.

Se anche venisse pubblicata domani, ci vorrebbero dei tempi tecnici per la verifica delle domande, arrivando almeno ad inizio dicembre. La società dovrebbe poi montare i sensori per segnalare quando i parcheggi sono liberi. Tutto in meno di un mese, se l'iter procedesse senza ulteriori indugi e intoppi.

Lapietra ha poi aggiunto che entro fine novembre nella Ztl potrebbe entrare in vigore il limite dei 30 Km/h. La Città sta lavorando per posizionare i cartelli, che permetteranno di dare il via libera alla circolazione dei monopattini elettrici nelle vie centrali. 

Oggi in Commissione erano presenti anche i fondatori del Club Monopattini Torino, il primo in città. "Ci siamo incontrati su what's app - spiegano - stiamo cercando di creare un'associazione far capire a tutti quanti che non siamo pirati della strada". "Torino è la prima città ad aver dato il via libera alla circolazione dei monopattini elettrici: vogliamo fare attività di sensibilizzazione" hanno concluso.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium