/ Politica

Politica | 04 dicembre 2019, 14:22

Trasporti, Gariglio (Pd): ''Tratta Torino–Venezia penalizzata da Trenitalia''. Insorgono anche altri esponenti politici

E' quanto ha dichiarato il capogruppo Pd in Commissione Trasporti di Montecitorio a seguito delle audizioni sulle criticità del trasporto ferroviario nazionale. Con lui anche Avetta (Pd) e Giacometto (FI)

Trasporti, Gariglio (Pd): ''Tratta Torino–Venezia penalizzata da Trenitalia''. Insorgono anche altri esponenti politici

“La decisione di ridurre drasticamente i collegamenti dei Frecciarossa nella tratta Torino – Venezia nel prossimo orario invernale è soltanto di Trenitalia e non è imputabile a Rfi: si tratta di una scelta incomprensibile e controproducente per il sistema della mobilità del Nord Italia di cui chiederemo conto ai vertici dell’azienda che verranno domani in audizione alla Camera”: è quanto dichiara Davide Gariglio, capogruppo Pd in Commissione Trasporti di Montecitorio a seguito delle audizioni sulle criticità del trasporto ferroviario nazionale.

“Nel corso dell’audizione che si è svolta oggi con l’amministratore delegato di Rfi Maurizio Gentile è stato annunciato che Trenitalia dal 7 dicembre passerà dalle attuali 10 coppie di Frecce a 4 (tre delle quali già ufficializzate e prenotabili). Maurizio Gentile, a mia domanda diretta, ha puntualizzato che non sussisterebbero limiti per aumentare la frequenza dei treni nel tratto Torino – Venezia a patto che venga utilizzata la stazione di Milano Porta Garibaldi. E’ quindi chiaro che la soppressione dei collegamenti è una imposizione unilaterale di Trenitalia che non possiamo accettare”, conclude Davide Gariglio.

“Ora che è chiaro che la scelta di ridurre i collegamenti dei Frecciarossa nella tratta Torino-Venezia è di Trenitalia, che cosa intende fare la Regione?”: lo chiede il consigliere regionale del Pd Alberto AVETTA in un’Interpellanza rivolta all’assessore regionale ai Trasporti Marco Gabusi.

“Non è accettabile che una città come Torino, la stessa città che si è mobilitata in modo imponente poco più di un anno fa a favore della Tav, inducendo il Senato a votare a grandissima maggioranza una mozione per la prosecuzione della Torino-Lione, adesso venga penalizzata rispetto a tutti gli altri capoluoghi del nord e non solo''. Lo scrive in una nota il deputato piemontese di Forza Italia Carlo Giacometto.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium