/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 05 dicembre 2019, 07:16

Creare un business online: modalità e vantaggi

Regole di base per dare vita a un'attività commerciale online

Creare un business online: modalità e vantaggi

Nell'era della sempre più costante digitalizzazione degli acquisti, la creazione di un business online può essere un ottimo modo per mettere in gioco le proprie capacità imprenditoriali e ottenere effettivi guadagni. L'operazione, in apparenza non particolarmente complessa, richiede in realtà competenze specifiche e attenti ragionamenti, utili per implementare un'attività che possa portare a risultati concreti. Il rischio, altrimenti, è di avviare un qualcosa destinato a non condurre ad alcuna affermazione.

La base di partenza per sviluppare le idee di business è uno scrupoloso studio del mercato a cui rivolgersi. Va ponderata con attenzione la situazione attuale, i concorrenti già presenti, le loro modalità di pubblicizzazione e vendita dei prodotti, i mezzi utilizzati per mettere in luce le qualità di ciò che propongono al pubblico. Non si parla di copiare le intuizioni altrui, bensì di tenerle a mente per cercare di comprendere cosa può essere utile ai potenziali acquirenti e come arrivare ai loro occhi. Allo stesso tempo, è importante cercare una nicchia specifica all'interno del mercato generico, al fine di trovare un proprio spazio, non saturo di offerte simili, così che il pubblico possa avere a che fare con un qualcosa di diverso, nuovo, originale, e dunque maggiormente attraente e appetibile. Gli acquirenti desiderano essere stimolati, non solo dal punto di vista del possibile risparmio ma anche dalla validità dell'idea in sé e dalla sua differenziazione rispetto a prodotti dello stesso settore. Per questo motivo sarà fondamentale la presentazione, la qualità grafica del sito di e-commerce, la sua completezza, la semplicità nel trovare punti di riferimento e nel rispondere a eventuali dubbi, la costanza dell'aggiornamento, oltre ovviamente alla bontà dei servizi o prodotti che si andrà a proporre.

Come per qualsiasi attività di business, il cliente deve sempre essere posto in primo piano, rivolgendo la massima attenzione alle sue richieste e ai suoi bisogni. Nulla deve dunque essere lasciato al caso o impostato con approssimazione, per evitare di essere risucchiati dalla moltitudine di offerte già presenti. Le modalità con cui mettere in atto il progetto di business possono seguire strade ormai consolidate, che vanno dalla creazione di un blog alla pubblicazione di un sito di e-commerce, dall'affiliazione a grandi siti già operativi attraverso cui proporre i prodotti alla creazione di podcast, e-book e altri strumenti di promozione con cui cercare di raggiungere un ampio numero di utenti, aiutandosi con fondamentali social network come Facebook e Instagram. Un'ulteriore tecnica molto utilizzata e spesso proficua si riferisce al cosiddetto dropshipping, ovvero una vendita di prodotti online che evita le problematiche legate a fornitori, scorte e spedizioni.

Convenienza del dropshipping ed esempio pratico

Il dropshipping consiste nel porsi come intermediario tra produttori e acquirenti, promuovendo e vendendo prodotti già esistenti senza la necessità di doverli materialmente possedere. Il responsabile di tale modalità di business trova un accordo con un fornitore, lasciando a lui gli oneri derivati dallo stoccaggio delle merci in magazzino e dalla spedizione di queste ultime al compratore. Ne derivano vantaggi consistenti: il produttore potrà notare un aumento delle vendite senza dover spendere tempo nell'attività di promozione, mentre il venditore potrà approfittare di buoni margini di profitto evitando le preoccupazioni legate agli aspetti sopra citati (inventario, magazzino, spedizioni). Il guadagno, per chi decide di operare con il dropshipping, deriva dal prezzo pagato dall'acquirente per la merce, a cui si sottraggono il prezzo del fornitore e i costi promozionali.

Essendo questo tipo di business online sempre più gradito dai potenziali imprenditori, esistono validi siti a cui appoggiarsi, pronti a fare da tramite per facilitare ancora di più il processo di creazione del proprio negozio. Si tratta di siti ricchi di funzionalità con cui gestire l'attività online. Per iniziare si parte dall'analisi dei prodotti presenti, al fine di trovare una nicchia specifica a cui rivolgersi; si studiano dati precisi relativi alle vendite recenti e a cosa viene più spesso cercato dal pubblico, per avere un'idea chiara riguardo a stili e tendenze in atto; si mettono in pratica tecniche di marketing con cui personalizzare e rendere più appetibili i prodotti e le pagine a essi dedicate (foto, colori, descrizioni); si assegnano prezzi che siano compatibili sia con gli standard del mercato sia con la necessità di mantenere un margine di guadagno. Una volta che l'attività è stata avviata, sarà possibile monitorare in ogni momento la situazione, avendo sotto mano numeri relativi alle vendite, statistiche dettagliate, nuovi fornitori disponibili e ulteriori funzioni avanzate con cui rendere il negozio ancor più accattivante ed efficace.

Tutto si svolge con una certa semplicità. Va però sempre sottolineato che anche il dropshipping richiede spirito imprenditoriale, studio e impegno costanti, idee brillanti e soluzioni innovative: soltanto così i profitti potranno essere significativi e durare a lungo nel tempo.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium