/ Attualità

Attualità | 23 gennaio 2020, 12:14

Legambiente lancia l'allarme inquinamento, Torino maglia nera in Italia: "A gennaio Pm10 sforati 18 volte"

Negli ultimi dieci anni si registrano 1086 giorni di inquinamento sopra la soglia consentita in città: nel "bilancio di 10 anni di smog" Torino prima in classifica 7 volte su 10

Legambiente lancia l'allarme inquinamento, Torino maglia nera in Italia: "A gennaio Pm10 sforati 18 volte"

C'è anche Torino tra le cinque città italiane che, solo a gennaio, hanno sforato i limiti di Pm10 per 18 volte. A fare compagnia al capoluogo piemontese in questa classifica piuttosto preoccupante vi sono anche Milano, Padova, Frosinone e Treviso. Male anche Napoli, con sforamenti per 16 giorni e Roma, con 15.

A rivelare i dati e le criticità legate alle polveri sottili è il rapporto "Mal'Aria" di Legambiente. Lo stesso studio ricorda come nel 2019 siano stati 26 i centri urbani fuori legge per sforamenti di Pm10 e ozono. Torino, in questo caso, si guadagna la maglia nera con 147 giornate fuori legge (86 pm10 e 61 ozono).

I problemi nella città della Mole sono noti da tempo, visto che il "bilancio di 10 anni di smog" vede Torino prima in classifica 7 volte su 10, con 1086 giorni di inquinamento in città. 

"L'ormai cronica emergenza smog - spiega Stefano Ciafani, presidente nazionale Legambiente - va affrontata in maniera efficace. Il blocco del traffico è una misura sporadica e debole, palliativo che permette di contenere i danni sanitari ma non produce effetti duraturi". "E' urgente mettere in campo politiche e azioni efficaci a livello nazionale che riguardino tutte le fonti inquinanti. Solo così - conclude poi il presidente di Legambiente - si potrà aggredire davvero l'inquinamento atmosferico".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium