/ Politica

Politica | 14 febbraio 2020, 06:02

La Regione punta sulla Cavallerizza, ma la destra frena: "Appendino rinunci agli ex occupanti"

Marrone (FdI): "Il sostegno della Regione deve essere condizionato all'esclusione di frange antagoniste responsabile di incendi, spaccio degrado e dell’occupazione abusiva di questo immobile patrimonio Unesco"

La Regione punta sulla Cavallerizza, ma la destra frena: "Appendino rinunci agli ex occupanti"

Prima il progetto complessivo di recupero della Cavallerizza Reale, poi eventuali stanziamenti da parte della Regione. È questo in estremi sintesi il pensiero dell'assessore regionale alla cultura Vittoria Poggio, che ieri ha preso parte alla commissione congiunta con il Comune sul complesso di via Verdi. 

"La Cavallerizza - ha spiegato Poggio – è stato uno spazio di grande valenza culturale-artistica e in futuro dovrebbe tornare ad averlo". Se la giunta Cirio sembra quindi disponibile a fare stanziamenti, a fronte di una riqualificazione condivisa, a Palazzo Lascaris c'è chi pone dei paletti per i soldi.

Il capogruppo regionale di FdI Maurizio Marrone vuole fuori dal complesso Unesco gli ex occupanti, ora riunitesi nell'Assemblea Cavallerizza, che la giunta Appendino ha "eletto" invece ad interlocutore. "Per noi - spiega Marrone - il sostegno della Regione deve essere condizionato all'esclusione di frange antagoniste responsabile di incendi, spaccio degrado e dell’occupazione abusiva di questo immobile patrimonio Unesco dovrà essere coinvolta nella futura gestione ne’ avere spazi, ancorché percentualmente ridotti, a disposizione all’interno”.

Una posizione condivisa anche dal capogruppo dei Moderati Silvio Magliano, che ha commentato: "Quel bene Unesco deve tornare a essere una ricchezza, e non un problema, per Torino e per l'intero Piemonte: in questo futuro, l'illegalità, il degrado e il mancato rispetto delle regole devono essere totalmente banditi".

Soddisfatti Pd e 5Stelle: "Bene l'interesse della Regione sulla Cavallerizza - hanno sottolineato il vicepresidente della Commissione Cultura Daniele Valle e la Presidente del Gruppo pentastellato del Consiglio regionale Francesca Frediani - Auspichiamo, tuttavia, che alle parole seguano i fatti e che l’Assessore concretizzi, attraverso la destinazione di fondi, anche europei, questa disponibilità".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium