/ Eventi

Eventi | 13 giugno 2016, 07:00

Big dello sport, grandi sponsor, migliaia di atleti: Santa Margherita insieme a Milano, Torino e Genova

Alla presenza di campioni come Materazzi, Cordoba e Rossi, presentata ufficialmente l'edizione 2016 di Mi Games che farà tappa a Santa Margherita Ligure dal 3 al 7 agosto, con il patrocinio del Comune

Big dello sport, grandi sponsor, migliaia di atleti: Santa Margherita insieme a Milano, Torino e Genova

Un’attesa promettente quella che precede la terza edizione di Mi Games: quest’anno infatti, il più grande evento multi-sport in Italia vedrà lo svolgimento in contemporanea di un torneo con diverse attività sportive (basket, calcio, beach volley, atletica e la gabbia) non solo nelle piazze di Milano e Santa Margherita Ligure, ma anche nel centro città di Genova e Torino.

La nascita del format Mi Games «Se penso a come è nato il progetto, mi viene da sorridere guardando a cosa è diventato oggi – commenta Davide Ardizzone, Founder di Mi Games – I Mi Games sono nati in modo quasi casuale nel gennaio del 2014, quando leggendo un quotidiano ho appreso come, presso il campo sportivo milanese, vi fosse la possibilità di organizzare dei tornei sportivi: ho quindi deciso di testare la mia capacità di progettazione in maniera più strutturata e meno amatoriale rispetto a come avevo fatto fino a quel momento, e così è iniziato tutto». Nel suo primo anno di vita, Mi Games, svoltosi in una sola tappa, ha coinvolto 890 atleti dai 15 ai 35 anni, per un totale di 177 squadre iscritte, in un torneo dinamico e serrato all’interno del quale poter scegliere tra diverse discipline quali il basket 3vs3, il calcio 5vs5, il beach volley 4vs4 e la gabbia 2vs2.

Mi Games in Tour: “Live the city, Live the sport” Soddisfatto dai risultati ottenuti, Davide ha deciso di ampliare il progetto con l’obiettivo preciso di portare i Mi Games “in Tour” nelle piazze delle maggiori città italiane, per arrivare a creare un circuito di eventi su base nazionale tramite cui non solo coinvolgere e divertire i cittadini di ogni età, ma anche vivere e riscoprire l’ambiente urbano in modo nuovo, inaspettato e dinamico. Nella passata edizione quindi sono state introdotte importanti novità, come il camp per bambini, il calcio integrato, il calcio femminile, la pallanuoto, il sit volley, l’atletica (40 mt), il ping pong ed il calcio balilla, iniziative che hanno permesso di registrare un aumento del 65% degli atleti iscritti.

«Vogliamo promuovere la città come un luogo dove si possa fare sport e soprattutto dove tutti possano farlo – sottolinea Davide – L’obiettivo di Mi Games, il cui slogan non a caso è “Live the city, Live the sport”, concerne la promozione dei valori dello sport e l’integrazione tra tutti i partecipanti». #MiGames2016: le novità Ulteriori novità caratterizzeranno anche questa terza edizione, a partire dalle tappe: oltre a Milano e Santa Margherita Ligure che erano già presenti lo scorso anno, infatti, i Mi Games sbarcheranno nelle piazze di Genova e Torino, che ospiteranno l’evento rispettivamente nei centralissimi distretti del Porto Antico e di Piazza Arbarello.

«Anche per la tappa milanese abbiamo in serbo numerose novità, prima fra tutte lo spostamento della location nella suggestiva Piazza Città di Lombardia, all’ombra del Palazzo della Regione, nonché la creazione di un village per tutta la durata dell’evento» commenta Davide.

Il Tour di Mi Games avrà inizio il 23 maggio a Milano e si concluderà il 25 settembre in Rwanda, per un totale di 26 giorni di sport, 5.600 atleti coinvolti ed un pubblico atteso di oltre 38.000 persone. #MiGames2016: lo “sport in piazza” conquista Milano, Genova, Torino e Santa Margherita Ligure www.migames.it Il Charity Program e lo sport per disabili Per quanto riguarda gli elementi di continuità invece, anche per questa edizione è stata rinnovata la collaborazione con Okapia, la Onlus che ha già esportato lo scorso anno il format di Mi Games in Rwanda, nel distretto di Rulindo, per un significativo gemellaggio che permetterà a quattrocento bambini di età compresa tra i sei ed i sedici anni di trascorrere tre giornate all’insegna dello sport e dello stare insieme.

Prosegue inoltre il sostegno del progetto alimentare a favore dei bambini colombiani in età scolare attuato in collaborazione con Italia por Colombia, la fondazione benefica dell’ex calciatore Ivan Ramiro Cordoba. «Ci siamo infine impegnati per destinare maggiore spazio all’attività sportiva per persone con disabilità –conclude Davide – Se lo scorso anno abbiamo realizzato due tornei di calcio integrato, uno sulla tappa milanese dedicato ai ragazzi con disabilità mentali e l’altro in Rwanda per coinvolgere i bambini con disabilità fisiche, in questa edizione speriamo di riuscire ad ampliare ulteriormente l’offerta su più tappe e anche per altri sport».

L’intera manifestazione di Mi Games ha ottenuto patrocini a livello nazionale, regionale e comunale dal Coni Italia, dalle federazioni sportive, dalle regioni e dai comuni. Adidas, il marchio globale sinonimo di sport, sarà il fornitore ufficiale della manifestazione per supportare gli atleti a fare la differenza. Perché anche attraverso lo sport, abbiamo il potere di cambiare le nostre vite. A livello nazionale Mi Games sarà supportato da Audi, Generali Italia e Samsung, in veste di platinum sponsor, e da Cisco, San Carlo, Space23 e Cover Store quali gold sponsor. Mi Games ha stretto un accordo di media partner con Disco Radio e di fornitura ufficiale con Carlsberg.

 

 

Davide Ardizzone, Ceo & Founder di Mi Games: “Con l’edizione 2016 Mi Games incarna in pieno il suo claim ‘Live The City, Live The Sport’ portando la manifestazione nelle piazze di diversi capoluoghi regionali. Il lavoro svolto durante i mesi invernali ci dà grande fiducia per le cinque tappe previste per il 2016. Speriamo che quest’anno possa essere il trampolino di lancio verso la realizzazione dell’obiettivo 2020: un tour nazionale con dieci tappe italiane e, perché no, anche qualche sorpresa all’estero”.

Antonio Rossi, Assessore allo Sport e Politiche per i Giovani – Regione Lombardia: "Con Mi Games si veicolano messaggi positivi “Portare lo sport ovunque, farlo praticare a chiunque e unire a questi messaggi una solidarietà vera e concreta. Mi Games è tutto questo e siamo orgogliosi di aver patrocinato una iniziativa così importante”: lo ha detto Antonio Rossi, Assessore regionale allo Sport e alle Politiche per i giovani riferendosi ai Mi Games che si terranno dal 23 al 29 maggio in Piazza Città di Lombardia a Milano. “In questo progetto – ha aggiunto Rossi - vediamo molte caratteristiche comuni con il lavoro che abbiamo fin qui svolto come assessorato. Innanzitutto l’entusiasmo che caratterizza la start up di Davide Ardizzone e degli altri ragazzi, una carica che ha permesso loro in pochi anni di diventare una realtà internazionale. Poi la promozione dello sport come attività che può fare chiunque e ovunque. Un messaggio per me importantissimo che ha ispirato moltissimi dei nostri provvedimenti finalizzati a portare la pratica motoria nelle scuole, negli oratori e ovunque ci siano dei giovani interessati allo sport che, come dimostrano manifestazioni come questa, fa bene a chi lo pratica e riesce, contemporaneamente, a concretizzare gesti di solidarietà vera. Per questo – ha concluso Antonio Rossi - siamo molto soddisfatti di poter ospitare nella piazza antistante Palazzo Lombardia questo evento”.

Dennis Treu, Presidente Okapia Onlus: "La prima straordinaria edizione di MiGamesRwanda ha permesso a circa 250 ragazzi di trascorrere tre giorni di sport, vivendo un’esperienza di socialità e aggregazione decisamente unica in quei territori. Sono stati coinvolti anche gli studenti del Centro disabili Maison d’Accueil Esperance (MAE) di Kinini, per le gare di pallavolo seduti. Abbiamo distribuito materiale scolastico a tutti i partecipanti, premiando gli atleti vincitori con 39 borse di studio, erogate direttamente alle scuole di appartenenza. Le Istituzioni locali ci hanno fortemente richiesto di organizzare l’edizione 2016, introducendo anche il ciclismo, sport emergente in Rwanda: per questo motivo stiamo effettuando una raccolta di mountain bike e di una handbike per i ragazzi del Centro MAE. L’obiettivo di quest’anno sarà il coinvolgimento di 400 ragazzi”.

Ivan Ramiro Cordoba, Presidente Italia Por Colombia: “Supporto Mi Games dalla prima edizione e vedo crescere la manifestazione ogni anno sempre più. Mi Games unisce le mie due grandi passioni: lo sport e la beneficenza che si legano perfettamente al divertimento che non deve mai mancare sui campi da gioco. Sono certo che, insieme ai ragazzi di Mi Games, riusciremo a portare questa bella manifestazione in Colombia”.

Fausto Maifredi, Presidente FIP 3VS3: “Ho avuto il piacere di veder nascere Mi Games e sono orgoglioso di come questa manifestazione si stia espandendo in diverse città italiane. Come responsabile FIP del settore 3c3 di basket italiano, guardo con piacere e gratitudine tutti gli organizzatori di tornei 3c3 in Italia che aiutano lo sviluppo e la crescita di questo movimento. Anche grazie al loro contributo, l'aspirazione che il 3c3 possa diventare uno sport olimpico spero si trasformi in realtà”.

Margareta Kozuch, Pallavolista A1 – VB Casalmaggiore: “Aderisco con grande entusiasmo all'invito di partecipare alla conferenza di lancio del tour Mi Games 2016. Per me è sempre un piacere poter aiutare la crescita e lo sviluppo della pratica dello sport e, come rappresentante del volley, sono felice di poter sensibilizzare e invitare il maggior numero di persone a partecipare a Mi Games. Condivido i valori del progetto Mi Games che promuovono lo sport per tutti, sportivi e non, e creano una grande possibilità di aggregazione e divertimento”.

Chiara Bisconti, Assessora allo Sport del Comune di Milano: “Vivere lo sport, vivere la città. Lo spirito di MI GAMES riflette perfettamente la filosofia che mi ha accompagnato in questi (splendidi) cinque anni di amministrazione. Ricordo perfettamente i primi passi che avete mosso, il coraggio e la forza che avete messo in questo progetto, la grande capacità di ‘visione’. Avete già visto la vostra battaglia, visto che siamo qui a salutare l’edizione 2016. Da parte mia e del mio assessorato incontrarvi è stato illuminante: un progetto giovane, diventato maturo, capace di guardare avanti con le proprie gambe. Per questo, anche per quest’anno, il mio più grande in bocca al lupo e grazie per quello che riuscite a fare”.

Paolo Donadoni, Sindaco di Santa Margherita Ligure e Patrizia Marchesini, Incaricata allo sport di Santa Margherita Ligure: “Crediamo nello sport come valore educativo, di svago e di aggregazione, che questa Amministrazione intende sostenere e promuovere con convinzione ed entusiasmo per attrarre e coinvolgere le persone nella nostra cittadina. Mi Games è la sintesi di tutto questo, ha un'anima giovane e dinamica, e ci auguriamo che questo legame con Santa Margherita Ligure duri e cresca nel tempo”.

Revivre Milano, Power Volley: “Revivre Milano già l’anno scorso aveva sposato gli ideali di Mi Games e quest’anno ha rinnovato la partnership in modo ufficiale in occasione della conferenza stampa che si è svolta oggi presso il negozio Space 23 alla quale era presente anche Giorgio De Togni. Il Capitano di Milano ha omaggiato Mi Games con la sua maglia da gara ufficiale autografata. A sua volta Davide Ardizzone, CEO & Founder di Mi Games, ha ricambiato regalando la t-shirt ufficiale di Mi Games 2016. La Società milanese sarà quindi al fianco di Mi Games in tutte le tappe sponsorizzando il beach volley e metterà in palio 12 magliette originali dei giocatori della serie A1 milanese”.

cs

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium