/ Cronaca

Cronaca | 14 luglio 2018, 20:50

Morta per aver picchiato la testa l'insegnante di Torino trovata senza vita nel savonese

La donna sarebbe caduta dalla scarpata vicino all’auto. L'autopsia nei prossimi giorni chiarirà ogni dubbio

Morta per aver picchiato la testa l'insegnante di Torino trovata senza vita nel savonese

Dovrebbe essere morta per aver picchiato la testa, cadendo dalla scarpata vicino all’auto che aveva parcheggiato.

E’ questa la prima ipotesi dei Carabinieri che stanno svolgendo le indagini sulla morte di Silvia Crosetto, 44enne insegnante di Torino, trovata senza vita vicino alla sua auto, al confine tra le province di Imperia e Savona, tra Cesio e Testico.

Il ritrovamento è stato fatto un automobilista di passaggio, che ha visto la donna riversa a terra vicino all’auto ed ha dato l’allarme. La donna aveva una ferita alla testa che potrebbe essersi procurata nella caduta e l’autoradio dell’auto era accesa. Ora sarà il medico legale che dovrà capire se si è trattato di un malore oppure di qualcos’altro.

Inizialmente sembrava che la donna potesse essere stata colpita da un animale, ma sembra che l’ipotesi sia rientrata. Dai primi riscontri del medico legale la morte sarebbe sopraggiunta per cause naturali ma, nel frattempo, il Pm ha disposto l'autopsia che verrà eseguita la prossima settimana.

r.g.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium