/ Cronaca

Cronaca | 15 gennaio 2019, 13:37

Moncalieri, il sindaco Montagna assolto dall'accusa di abuso d'ufficio

Il procedimento era stato istruito nel novembre 2017 per il progetto di riqualificazione della ex Dea. "Una questione su cui si è parlato anche troppo"

Moncalieri, il sindaco Montagna assolto dall'accusa di abuso d'ufficio

Ci è voluto più di un anno, ma oggi per Paolo Montagna è arrivato un risultato importante e atteso quasi quanto l'elezione a sindaco nel maggio del 2015. Il Gip ha infatti disposto l'archiviazione del procedimento contro il sindaco di Moncalieri e il dirigente Nicola Palla in merito al presunto reato di abuso d'ufficio sulle modalità di autorizzazione al progetto di riqualificazione della sx Dea.

Tutto era nato nel novembre del 2017, dopo l'esposto presentato dai tre consiglieri comunali di opposizione Stefano Zacà (Forza Italia), Arturo Calligaro (Lega) e Beppe Osella (Fratelli d'Italia). Contestavano come, dopo il "no" al progetto espresso nel consiglio comunale dell'aprile precedente, non poteva essere seguito da una comunicazione di "pre diniego" fatta dal dirigente alla proprietà dell'area. Secondo i tre consiglieri, la comunicazione di pre diniego al progetto di riqualificazione sarebbe stata da intendere illegittima. Il giudice invece ha ritenuto la procedura corretta.

Paolo Montagna ha cercato di liquidare la questione Dea: "Della vicenda si è parlato anche troppo. Ribadisco quello che ho sempre pensato: ritenevo allora e anche oggi che cancellare il degrado, riportando pulizia e decoro in un’area di bivacco, oltre che a realizzare il nuovo argine del Po da Abellonio al Fioccardo, fosse una soluzione di interesse pubblico e l’ho sostenuta, senza equivoci".

Il gip gli ha dato ragione e dopo quattordici mesi il procedimento a suo carico è stato archiviato.

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium