/ Cronaca

Cronaca | 21 marzo 2019, 09:37

Aggredite sul bus perché portano il velo: "Avete paura di un cane, ma non di farvi esplodere"

I fatti sono stati denunciati tramite social da una delle giovani finite nel mirino di un'altra donna che stava viaggiando sul mezzo con l'animale. L'autista ha chiamato la Polizia che ha sentito i testimoni. La solidarietà della sindaca Appendino

Foto da Instagram

Foto da Instagram

Un'aggressione islamofoba a bordo di un bus della linea 59 sbarrato, nella serata di ieri a Torino. E' quella che denuncia il sito "Dailymuslim.it", raccontando la vicenda che avrebbe visto coinvolta una ragazza salita a bordo del pullman insieme ad alcune amiche.

Sul mezzo, in quel momento, tra la gente ci sarebbe stata anche una donna con un cane e le ragazze avrebbero mostrato un certo timore per la presenza dell'animale. Timore cui la padrona avrebbe reagito sgarbatamente, facendo notare alle giovani come avessero "paura di un cane, ma non di farvi saltare in aria negli attentati…”.

Prima che la situazione degenerasse ulteriormente, anche se qualche gesto violento avrebbe raggiunto alcune delle ragazze, l'autista è riuscito a fermare il mezzo e a chiamare la polizia: gli agenti, arrivati sul posto, hanno raccolto le testimonianze dei presenti e avviato l'indagine. E la stragrande maggioranza dei passeggeri si sarebbe schierata dalla parte delle ragazze, manifestando solidarietà.

La vicenda è stata raccontata dalla stessa ragazza attraverso un video che ha girato mentre si trovava al pronto soccorso e che ha affidato ai social, sottolineando come "quanto accaduto non rappresenta certo il pensiero ed il modo di fare della maggior parte degli italiani".

Subito è arrivata la condanna da parte dell'Associazione Nazionale Musulmani Italiani, che ha espresso anche solidarietà alla ragazza vittima insieme alle sue amiche dell'aggressione a sfondo razzista. Sempre tramite social, sono arrivate parole di solidarietà anche da parte della sindaca Chiara Appendino, che ha promesso di mettersi in contatto con la ragazza che ha raccontato la vicenda.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium