/ Cronaca

Cronaca | 01 luglio 2019, 21:15

“Carola libera”, la solidarietà dei torinesi alla capitana della Sea Watch (FOTO)

Circa 300 persone si sono ritrovate in serata in Piazza Castello per il presidio organizzato da Studenti Indipendenti, diversi collettivi universitari, Arci Torino, Carovane Migranti e Cub Piemonte

“Carola libera”, la solidarietà dei torinesi alla capitana della Sea Watch (FOTO)

La grandine non ha fermato il presidio di solidarietà alla capitana della Sea Watch Carola Rackete, arrestata nella notte tra venerdì 28 e sabato 29 giugno dopo essere entrata nel porto di Lampedusa con 42 migranti a bordo.

Dopo l'ennesimo diluvio su Torino, circa 300 persone si sono ritrovate in Piazza Castello, nello spazio antistante la Prefettura, per esprimere vicinanza e chiederne la liberazione. Il presidio è stato organizzato da Studenti Indipendenti, alcuni collettivi universitari come Manituana e Bonobo, Carovane Migranti, Arci Torino, Cub Piemonte e altre organizzazioni coinvolgendo bambini, giovani, adulti e anziani.

“Ad essere imputato - hanno spiegato – è il principio di solidarietà verso chi fugge da carestie, crisi climatiche, miseria, violenze e guerre alla ricerca di un futuro migliore. L'unica risposta possibile è quella data da Carola Rackete: disobbedire alle direttive del governo e rompere le frontiere significa opporsi al progetto di chi vuol far sprofondare il paese nell'odio”.

Il focus si è poi spostato sul piano politico: “Razzismo, sessismo e propaganda violenta - hanno proseguito – sono elementi strutturali della società immaginata dal governo italiano, sulla vita di 42 persone e contro la generosità e il coraggio dell'equipaggio della Sea Watch 3 si è giocata una triste campagna elettorale tra le principali forze parlamentari".

"Vogliamo l’abrogazione dei decreti sicurezza in quanto leggi liberticide e razziste chiedendo un sistema di accoglienza degno”.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium