/ Cronaca

Cronaca | 26 novembre 2019, 06:15

Aperta Cascina Fossata, social housing di Borgo Vittoria

Inaugurata la struttura sorta sulle rovine dell'edificio seicentesco: non solo residenza temporanea ma anche hotel, ristorante, supermercato, giardino e spazio per botteghe e orti urbani

Aperta Cascina Fossata, social housing di Borgo Vittoria

“Un intervento di social housing e rigenerazione urbana attento all'ambiente, che unisce socialità e polifunzionalità”: con questa parole Cascina Fossata si è presentata alla cittadinanza. La struttura è sorta sulle rovine dell'edificio seicentesco di Via Ala di Stura, nel quartiere di Borgo Vittoria, e la sua gestione è affidata alla Sharing Srl, società promossa dalla cooperativa sociale DOC.

Il progetto è promosso da Investire Sgr attraverso il Fondo Abitare Sostenibile Piemonte, partecipato da Cassa Depositi e Prestiti e dalle fondazioni bancarie del Piemonte: “Il nostro ruolo - ha spiegato Paola Del Monte, chief business development officer di CDP Investimenti Sgr – non è solo stato quello di finanziare ma anche di mettere a sistema i vari attori: questo progetto dimostra di poter ricucire il tessuto urbano delle periferie integrando la dimensione della casa con tutte le altre; in futuro proveremo a recuperare con le stesse modalità anche l'ex MOI”.

Per la Città di Torino si è trattata di un'importante occasione di riqualificazione di un'area abbandonata a se stessa da anni: “Si tratta - ha dichiarato la sindaca Chiara Appendino – di un grande regalo alla cittadinanza, da presentare con orgoglio e incredulità. I promotori sono stati bravi a creare il giusto contesto per lo sviluppo di un mix tra soggetti e risorse messe in gioco per lo sviluppo di un modello innovativo. Questo progetto ha tutto perché, oltre a rigenerare uno spazio materiale, affronta il tema del welfare in modo diverso, leggendo i cambiamenti della società attraverso la co-progettazione”.

Non solo residenza temporanea (con tanto di 104 appartamenti destinati a persone con esigenze diverse tra cui l'emergenza abitativa): all'interno di Cascina Fossata trovano spazio anche un hotel di qualità a prezzi calmierati, un ristorante, un supermercato, botteghe e spazi dedicati ad attività artigianali, un ufficio di promozione per attività socio-culturali in collaborazione con le associazioni del territorio, orti urbani e un giardino attrezzato: "Il progetto – ha commentato il presidente di Compagnia di San Paolo Francesco Profumo – coniuga storia e modernità richiamando modelli di sostenibilità in grado di ridurre il gap con l'estero. Iniziative come questa devono essere interiorizzate dal territorio grazie a una gestione efficiente e a collaboratori motivati".

"Le fondazioni piemontesi – ha poi aggiunto il presidente di Fondazione CRT Giovanni Quaglia – sentono come prioritario il bisogno di intervenire nel welfare: grazie al grande clima di collaborazione che si è instaurato siamo riusciti a creare strumenti che ci pongono come nuove figure del noi sociale".

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium