/ Cronaca

Cronaca | 21 marzo 2020, 12:40

Il pusher viaggiava in taxi: la droga era nascosta in una scatola di medicine

Nei guai un uomo di 49 anni fermato martedì mattina nella zona tra via Nizza e corso Dante: aveva numerose dosi di hashish

Il pusher viaggiava in taxi: la droga era nascosta in una scatola di medicine

Ai tempi del Coronavirus anche i pusher sono costretti a riorganizzare il proprio lavoro. I più audaci, nonostante le vigenti normative sulla libera circolazione, continuano a spacciare in strada, ma una parte di loro ha intuito che, al fine di eludere le restrizioni imposte, è necessario utilizzare “mezzi e sistemi alternativi”.

Questo è quanto messo in atto da un cittadino italiano di 49 anni. Nella tarda mattinata di martedì l’uomo, differenziandosi dai comuni spacciatori di strada e per destare meno sospetto, sale a bordo di un taxi. Poco dopo l’autovettura affianca una Volante all’incrocio di via Nizza-corso Dante. Il passeggero, alla vista dei poliziotti, indossa rapidamente un berretto di lana ed una mascherina chirurgica. Gli agenti, intuendo la volontà del quarantanovenne di camuffarsi ai loro occhi, lo controllano. Perquisito personalmente, gli operatori trovano nella tasca del giubbotto una confezione di Okitask. All’interno della scatola erano occultati 4 ovuli di hashish per un peso complessivo di oltre 36 grammi.

L’uomo è stato fermato per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente e denunciato in stato di libertà poiché circolava senza comprovato motivo.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium