/ Cronaca
Estate 2020 ad Abano Terme: intervista al sindaco Federico Barbierato

Salute e natura, cultura ed enogastronomia: sono questi i pilastri della proposta a "Km 0" del Comune di Abano Terme per l'estate 2020. Che tipo di vacanza verrà offerta? Come verranno accolti i turisti? Ne parliamo con il sindaco, Federico Barbierato

Pubblicato da Torino Oggi su Martedì 5 maggio 2020

Cronaca | 26 maggio 2020, 15:38

Il 3 giugno torna il mercato in via Torino

Trovata un'intesa con le rappresentanze degli ambulanti: niente furgoni in via Torino

Il sindaco Claudio Castello con il dirigente Fabio Mascara

Il sindaco Claudio Castello con il dirigente Fabio Mascara

I mercati chivassesi tornano gradualmente alla normalità. Si sono svolti altri incontri tra l’amministrazione comunale del sindaco Claudio Castello e le rappresentanze degli ambulanti per definire la ripartenza del mercato extra alimentare e consentire anche ai non residenti di accedere ai banchi.

Già dal 23 maggio, nella piazza del Foro Boario e in quella Carta di Chivasso erano presenti i banchi di generi extra alimentari. Gli ingressi sono stati controllati dai volontari di Protezione civile, dall’associazione dei Carabinieri e della Polizia Municipale e contingentati per far accedere nell’area solamente due clienti per ogni banco, ai quali è stato raccomandato di indossare i dispositivi di protezione individuale (mascherina e guanti).

L’accesso ai mercati ora è consentito anche ai non residenti.

Il mercato di mercoledì 27 non ospiterà ancora i banchi dell’extra alimentare. Saranno presenti i banchi di tipo alimentare ed i produttori agricoli, che torneranno nelle loro postazioni ante covid, rispettivamente nella zona sud di piazza D’Armi e in Viale Matteotti.

Il lavoro svolto dall’Amministrazione Comunale con i rappresentanti del commercio ambulante è stato proficuo e si è trovata una soluzione che fosse rispettosa delle norme di sicurezza.

Dal 3 giugno il mercato non alimentare del mercoledì tornerà in via Torino.

L’accordo prevede che non vi siano più furgoni e automezzi vicino ai banchi, oltre le fasi di scarico e carico delle merci. Dovrà essere garantita una distanza di spazio libero retrostante il banco di almeno 1,5 metri. I banchi non potranno avere una profondità superiore ai 3 metri ed eventuali coperture (ombrelloni) potranno sporgere dal banco al massimo di 50 centimetri.

Inoltre, non dovranno essere presenti attrezzature, appendiabiti o altro tali da creare una barriera visiva rispetto alle vetrine retrostanti dei negozi e la vendita sarà consentita solo dalla parte frontale del banco e saranno posti dei nastri a terra per il rispetto della distanza di 1 metro dal banco.

Ogni 6 banchi dovrà essere nominato un responsabile degli operatori del commercio ambulante con il compito di controllare che vengano rispettate le disposizioni di sicurezza. Anche il comune effettuerà controlli costanti.

“Il ritorno dei banchi dell’extra alimentare nei nostri mercati settimanali e l’apertura dei nostri mercati anche ai non residenti è il risultato di un grande lavoro di squadra e rappresenta un traguardo importante per la nostra città, da sempre abituata ad accogliere migliaia di persone provenienti anche dai comuni limitrofi - commenta il sindaco Claudio Castello -. Il grande senso di responsabilità e la volontà di tutelare sempre la salute di tutti i nostri concittadini portano me e la mia amministrazione ad affrontare la Fase 2 in modo graduale. Tutti i mercati continueranno a svolgersi in completa sicurezza e nel rispetto delle regole igienico - sanitarie imposte dal Governo”.

c.s.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium