/ Politica

Politica | 30 giugno 2020, 18:08

Regione, Avetta (PD): "La giunta difende le graduatorie della legge 18 scontentando tutti i sindaci"

L'assessore Gabusi ha risposto in Consiglio regionale all'interrogazione del consigliere del partito democratico

Regione, Avetta (PD): "La giunta difende le graduatorie della legge 18 scontentando tutti i sindaci"

“Sembrerebbe che non solo i sindaci del Torinese ma anche i primi cittadini di altre Province siano insoddisfatti per criteri di ripartizione dei fondi della L. 18/84 adottati dalla Giunta regionale. E alcuni di loro stanno pensando a fare ricorso. Eppure l’assessore Gabusi, rispondendo quest’oggi in Consiglio regionale al mio Question Time in cui chiedevo spiegazione sui criteri di ripartizione dei fondi (in base ai quali solo il 10% delle risorse - 1,5 milioni sui 13,2 complessivi – sono stati destinati ai Comuni del torinese) e sollecitavo un riposizionamento più razionale delle risorse, non sente ragioni: non solo difende la graduatoria ma annuncia che, qualora la L. 18/84 dovesse venire rifinanziata nei prossimi anni, saranno utilizzate sempre le stesse graduatorie". A raccontarlo è il consigliere Pd Alberto Avetta.

"E’ una risposta che non posso accettare visto l’esito della graduatoria che sta penalizzando non solo la metà dei piemontesi (2 milioni e 280 mila su 4 milioni 350 mila) che vivono nella Città Metropolitana di Torino ma anche molti altri comuni biellesi, novaresi, vercellesi e nel VCO”.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium