/ Politica

Politica | 03 luglio 2020, 10:48

Disabato (M5S): "Edisu, Lega e Fdi raccontano una vittoria che non esiste"

Secondo la consigliera regionale grillina "in compenso la Giunta Cirio è assente sugli studenti danneggiati dal Covid"

Disabato (M5S): "Edisu, Lega e Fdi raccontano una vittoria che non esiste"

"In merito ai nuovi criteri per l’assegnazione delle borse di studio Lega e FDI raccontano una vittoria che, di fatto, non esiste. Hanno dovuto fare retromarcia sulla proposta, anticostituzionale, di non concedere le borse di studio a chi dovrà rispondere davanti alla giustizia per aver protestato. Edisu non è un tribunale e Chiorino e Sciretti hanno dovuto rimangiarsi i loro annunci, ostaggio dei loro stessi proclami".

Così Sarah Disabato, consigliera regionale del Movimento Cinque Stelle sulla recente questione legata alle borse di studio e ai comportamenti violenti che negheranno l'accesso a chi si renderà responsabile. "Si può cantare vittoria per una marcia indietro? Il bando infatti prevede la revoca solo per chi abbia trasgredito i regolamenti dei propri Atenei e subisca sanzioni disciplinari da parte dell’Università. Una norma certamente differente da quanto sognavano Chiorino e Sciretti (Edisu) fino a qualche settimana fa. La bocciatura da parte dei rettori e la posizione tenuta dalle minoranze in Consiglio Regionale hanno giocato un ruolo fondamentalmente".

"Nel frattempo la Giunta Cirio risulta completamente latitante nei confronti degli studenti danneggiati dall’emergenza Covid. Quest’ultima ha reso difficile per molti il raggiungimento dei crediti necessari per ottenere i benefici garantiti dall’ente. A destare grande preoccupazione è soprattutto lo stop allo svolgimento di stage e tirocini, che per alcuni corsi di studio valgono oltre 20 CFU. L’Assessora Chiorino ha fatto orecchie da mercante durante la discussione di un mio question time in Consiglio Regionale, col quale ho sollevato le reali criticità che gli studenti si trovano ad affrontare: aule studio e biblioteche chiuse, posti letto ridotti in residenza, mancato sostegno all’affitto, abbassamento dei cfu per accedere alle borse di studio, mancato svolgimento dei tirocini. Questi sono i problemi reali per cui il mondo studentesco ha protestato pochi giorni fa in Piazza Castello e l’assessora non si è degnata nemmeno di ascoltarne le richieste. La presa di posizione sugli studenti che protestano è solo un paravento intriso di ideologia per nascondere i problemi reali e la mancanza di risposte. Sul diritto allo studio la giunto Cirio è in realtà inadempiente".

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium