/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 07 luglio 2020, 16:02

Intesa Sanpaolo informa sull'offerta pubblica di scambio volontaria sulla totalità delle azioni ordinarie di Ubi

La riunione, svoltasi tramite videoconferenza, ha visto la partecipazione dei Responsabili di tutte le Associazioni dei consumatori

Intesa Sanpaolo informa sull'offerta pubblica di scambio volontaria sulla totalità delle azioni ordinarie di Ubi

Intesa Sanpaolo ha oggi incontrato le Associazioni dei consumatori aderenti al CNCU (Consiglio Nazionale Consumatori Utenti riconosciuto dal Ministero dello Sviluppo Economico) con riferimento alla Offerta pubblica di scambio promossa da Intesa Sanpaolo sulle azioni ordinarie di UBI.

La riunione, svoltasi tramite videoconferenza, ha visto la partecipazione dei Responsabili di tutte le Associazioni dei consumatori e per Intesa Sanpaolo di Stefano Barrese, responsabile Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo, Stefano Lucchini, Chief Institutional Affairs and External Communication Officer, Flavio Gianetti, Responsabile M&A e Partecipazioni di Gruppo, Jacques Moscianese, Responsabile Direzione Institutional Affairs, Andrea Lecce, Responsabile Sales & Marketing Privati e Aziende Retai ed Elisabetta Pagnini, Responsabile Direzione Legale.

Durante l’evento sono stati richiamati gli elementi essenziali dell’operazione, indicati nei documenti informativi relativi all’OPS pubblicati e a disposizione del mercato, con particolare riferimento alla possibilità per i piccoli risparmiatori di aderire all’offerta scambiando 10 azioni ordinarie di UBI Banca con 17 azioni ordinarie di nuova emissione Intesa Sanpaolo. Il periodo di adesione è stato avviato il 6 luglio e si concluderà il 28 luglio, salvo proroghe. Le Associazioni dei Consumatori hanno dichiarato di volersi rendere parte attiva in merito alla trasparenza di tutta l’operazione, vigilando attraverso le proprie reti e favorendo la libertà di adesione all’OPS da parte dei piccoli azionisti risparmiatori. Oltre all’esposizione della significativa creazione di valore per gli azionisti, per i dipendenti e per i clienti sono stati affrontati, tra gli altri, sempre come indicato nei documenti informativi relativi all’OPS pubblicati e a disposizione del mercato, temi quali la creazione di 4 nuove Direzioni regionali a Bergamo, Brescia, Cuneo e Bari, ciascuna con una rete di alcune centinaia di filiali ad elevata autonomia creditizia e autonomia gestionale, la creazione di un centro di eccellenza a Pavia per l’agricoltura che coordinerà tutte le attività del Gruppo in questo settore.

Sarà inoltre costituita una Impact Bank Leader con nuove unità basate a Brescia, Bergamo e Cuneo. Negli ultimi tempi il rapporto tra Associazioni dei Consumatori e Intesa Sanpaolo, si è ulteriormente arricchito attraverso la condivisione di un protocollo di lavoro comune, “Innoviamo le Relazioni”, basato su incontri operativi sulle tematiche di maggior interesse a ulteriore vantaggio della tutela e della trasparenza per i nuovi clienti. Ha così commentato Stefano Barrese:” Il costante dialogo con le Associazioni dei Consumatori ci ha aiutato in questi anni ad innovare e riqualificare l’interazione con i clienticonsumatori che insieme ai dipendenti per Intesa Sanpaolo rappresentato l’asset principale. Oggi abbiamo voluto richiamare le ragioni sottostanti l’Ops; un’operazione che riteniamo fondamentale per realizzare un Gruppo ai vertici del settore in Europa con una forte leadership domestica a servizio delle famiglie e delle imprese capace di valorizzare i territori e le comunità locali”.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium