/ Attualità

Attualità | 17 luglio 2020, 10:00

Una libreria circolante tra le valli piemontesi: partita la raccolta fondi per "Asina ke legge"

Laura Corrado ha lanciato una campagna di crowdfunding su Produzioni dal Basso. Il progetto itinerante dovrebbe attraversare le valli Susa, Sangone, Chisone, Po, Varaita, Lanzo e Viù

Una libreria circolante tra le valli piemontesi: partita la raccolta fondi per "Asina ke legge"

Una libreria viaggiante tra le principali valli torinesi con un'incursione nel cuneese, per portare la letteratura nelle case delle persone a cominciare da bambini e ragazzi. E' il progetto di Asina ke legge, lanciato sulla piattaforma Produzioni dal Basso da Laura Corrado (https://www.produzionidalbasso.com/project/asina-ke-legge-libreria-circolante/), che così si descrive: "Sono nata a Genova, cresciuta tra il mare e le montagne della Val Varaita. Mi trasferisco a Torino per l’università, conosco da subito il lavoro nel sociale e la formazione per diventare educatrice. Dopo 18 anni di lavoro nel sociale con diverse fughe di lavoro in alcune librerie a Torino, decido di seguire il mio bisogno di vivere immersa nella natura e mi trasferisco nelle Marche dove vivo per 5 anni. Nel 2015 rientro in Piemonte e consolido il mio rapporto con le montagne andando a vivere in una baita in un bosco".

Da qui l'impulso a concretizzare un sogno già nel cassetto da tempo, stimolata dalla storia di Jella Lepman, giornalista ebrea emigrata in Gran Bretagna a seguito delle leggi razziali, e conosciuta diversi anni fa al Salone del Libro di Torino: "Ho pensato più volte di aprire una libreria stanziale per bambini e ragazzi, ma nessun luogo mi ha convinto appieno a causa della mia curiosità di scoprire nuovi territori e raggiungere luoghi in cui mancano servizi culturali. Al termine della seconda guerra mondiale, Jella fu invitata dal governo americano a rientrare in Germania ed elaborare un progetto rivolto alle donne ed ai bambini tedeschi. Pensò quindi fosse necessario ripartire dai libri per l’infanzia per poter dare nuovi messaggi e nuove storie di altre culture che parlassero di pace e fratellanza".

La giornalista scrisse a venti governi diversi per chiedere di inviare i loro migliori libri per l’infanzia per i bambini tedeschi. L’iniziativa ebbe successo e nel 1946 nacque la prima Mostra Internazionale di Letteratura per bambini a Monaco, che divenne poi itinerante per tutta la Germania. Il progetto, portato avanti con continuità, dette vita nel 1949 alla Internationalen Jugendbibliothek di Monaco, tutt’ora punto di riferimento internazionale per gli addetti ai lavori.

"Asina ke legge - spiega ancora Laura - sarà una libreria circolante che attraverserà le valli Susa, Sangone, Chisone, Po, Varaita, Lanzo e Viù. Sarà un punto di riferimento per ragazzi bambini e adulti di questi territori, con un calendario condiviso sui social della libreria, e si fermerà in piazze, in prossimità di parchi, scuole  biblioteche, partecipando anche a festival e iniziative culturali e sociali". 

Il crowdfunding mira a raggiungere la somma di 7 mila euro, per coprire in parte le spese per l'acquisto di un mezzo ecosostenibile, in buono stato e, soprattutto, idoneo al trasporto della libreria e di un gazebo con cuscini e tappeti dove far accomodare i lettori. 

"L’obiettivo - aggiunge - non è solo quello di vendere libri, ma anche di fornire una consulenza specialistica nella loro  scelta in base ai diversi interessi e fasce di età, instaurando collaborazioni con associazioni, enti locali, biblioteche e scuole per promuovere autori e illustratori, un’editoria di qualità e attivare laboratori e letture". 

La peculiarità libreria circolante sarà poi quella di poter raggiungere capillarmente il territorio, offrendo consulenze on line per la scelta di libri l'eventuale consegna a domicilio. "Tutto - conclude Laura - nell’ottica di far circolare buoni libri per costruire ponti di conoscenza e di pace".

Manuela Marascio

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium