/ Eventi

Eventi | 29 luglio 2020, 10:04

Nichelino, See you sound porta la musica rock degli Swans alla Open Factory

Appuntamento venerdì 31 luglio alle 21.30 con la proiezione del documentario "Where does a body end" con il regista Marco Porsia come ospite

Nichelino, See you sound porta la musica rock degli Swans alla Open Factory

Dopo l’anteprima italiana dello scorso febbraio Seeyousound Music Film Festival porta di nuovo davanti al pubblico il film documentario Where Does a Body End?, intimo ritratto degli Swans, band creazione della leggenda dell'alternative rock Michael Gyra, nata nei primi anni ‘80 in quella New York underground che, in pieno movimento noise e No Wave, ha visto nascere artisti come Lydia Lunch e Sonic Youth.

Venerdì 31 luglio ore 21.30, all’Open Factory di Nichelino (Via del Castello 15) il regista Marco Porsia, autore italiano da anni attivo in Canada, sarà ospite della proiezione organizzata da Seeyousound in collaborazione con Reverse agency e Open Factory, all’interno dell'iniziativa We Are Open / A cena con musica e cinema.

Where Does a Body End? (Canada, 2019, 123', V.O. sott.) è un film a cui il regista Marco Porsia ha lavorato per anni, durante i quali ha raccolto immagini da oltre 40 concerti degli SWANS, momenti di registrazioni in studio, interviste e materiale d’archivio con l’obiettivo di consacrare la band.

Lo sguardo del regista si avvale di un accesso privilegiato a materiali di archivio e testimonianze di oltre 35 anni di carriera che vedono gli Swans in un ruolo di rilievo nella storia della musica moderna. Where Does a Body End?, che cita l’omonimo brano pubblicato nel 1995, va oltre il documentario, è una sorta di capsula del tempo che tra tour, concerti e sessions di registrazione che supera la ricostruzione storica esplorando la mente di una band votata radicalmente all’arte.

Dalle radici noise agli attuali intensi vortici “folk” atonali e onorici, gli Swans ambiziosi, estremi, duri e inquietanti non è solo sono sopravvissuti all’industria musicale, ma hanno sondato costantemente nuovi territori sonori con perseveranza e creatività, resistendo a rotture e momenti di caos dentro e fuori il palcoscenico.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium