/ Politica

Politica | 06 agosto 2020, 12:10

Tav, la Lega: "Il governo perde tempo, Cirio sia commissario dell'Osservatorio Torino-Lione"

Lo chiedono i senatori Marzia Casolati, Roberta Ferrero, Cesare Pianasso, Enrico Montani, Giorgio Maria Bergesio con la deputata Elena Maccanti

Tav, la Lega: "Il governo perde tempo, Cirio sia commissario dell'Osservatorio Torino-Lione"

"Abbiamo presentato un emendamento al prossimo decreto Semplificazioni perché l'inazione del governo sulla Tav è intollerabile ed inaccettabile. Proponiamo che il presidente della Regione Piemonte sia nominato Presidente dell'Osservatorio Torino-Lione, perché dal febbraio 2019 questa maggioranza non ha trovato tempo e volontà politica per nominare un nuovo presidente dell'Osservatorio Torino-Lione, unica sede tecnica di confronto delle istanze interessate all'opera stessa". Cosi i senatori della Lega Marzia Casolati, Roberta Ferrero, Cesare Pianasso, Enrico Montani, Giorgio Maria Bergesio con la deputata della Lega Elena Maccanti.

"L'Osservatorio è composto dai diversi soggetti interessati (Governo, regione, enti locali, e altri) ed è presieduto da un Commissario straordinario che cura, per la sezione transfrontaliera, le attività relative alla definizione e gestione della cantierizzazione e alla soluzione delle interferenze. Prima della cessazione delle funzioni del precedente commissario, l'Osservatorio aveva già stanziato risorse per 35 milioni di euro, che dopo il parere del governo - ancora non fornito - possono essere immediatamente allocate, consentendo così ai comuni interessati di utilizzare e spendere le risorse già stanziate. Un nuovo commissario significherebbe poter esercitare quella necessaria pressione sul governo perché riduca i suoi ritardi, svincolando l'opera da ulteriori burocrazie e inopportune lungaggini". 

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium