/ Eventi

Eventi | 19 settembre 2020, 11:00

A Campidoglio torna la Festa dell'Uva tra commercio e arte

Domani la 33° edizione della tradizionale festa di via: tra bancarelle e negozi aperti, visite guidate al Mau e una mostra mercato degli editori indipendenti

A Campidoglio torna la Festa dell'Uva tra commercio e arte

La “Festa dell'Uva” si farà, nonostante tutto: è in programma per domenica 20 settembre, infatti, la 33° edizione della tradizionale festa di via organizzata da Federvie Piemonte e Ccna Campidoglio in collaborazione con Museo d'Arte Urbana e Galleria Campidoglio e con il patrocinio della Circoscrizione 4. Per l'occasione, Via Nicola Fabrizi sarà chiusa al traffico veicolare tra Corso Lecce e Corso Tassoni; stesso discorso per Corso Svizzera tra Via Roasio e Via Balme.

 

Al centro del programma ci sarà, come sempre, il commercio con alcune novità: “Ci saranno - spiega il presidente di Federvie Piemonte Vito Gioia – la consegna del vino e la pigiatura dell'uva ma non la distribuzione di quest'ultima per motivi igienico-sanitari e per non creare assembramenti. Per il resto il format sarà quello classico con negozi aperti e bancarelle di prodotti alimentari ed extra-alimentari. L'obbligo, per tutti, è quello di attenersi ai Dpcm correnti, con buonsenso e l'invito a indossare la mascherina se non è possibile mantenere la distanza di un metro e lavarsi spesso le mani”.

 

Per l'occasione, gli organizzatori hanno avviato diverse sinergie tra arte e buon bere: da segnalare, infatti, le visite guidate alle opere del Museo d'Arte Urbana di Borgo Campidoglio (ore 15.30) e al rifugio antiaereo di Piazza Risorgimento (ore 17.30), oltre alla prima edizione della Mostra Mercato degli Editori Piemontesi Indipendenti (a cura di Voglino Editrice) e alla collaborazione con la festa della birra in programma alla Piazza dei Mestieri di San Donato: “In questo modo – prosegue Gioia – ci sarà possibilità di passare un weekend a cavallo tra due quartieri confinanti con una vasta offerta che spazia dall'evento nazionalpopolare alla cultura più alta passando per il birrificio di qualità”. 

 

In tempi di Covid, l'organizzazione di un evento storico come la Festa dell'Uva assume un valore ancora più importante: “Il tutto - conclude – vuole essere anche una forma di restituzione verso i cittadini che, durante la pandemia, hanno avuto modo di riscoprire il commercio di prossimità, sperando di non dover più tornare in condizioni di lockdown: viviamo questa libertà in modo responsabile, con distanze e mascherine ma facciamolo anche per rimettere in moto l'economia”.

 

Nella giornata di sabato 19 (alle 17) sono in programma anche il finissage della mostra diffusa “Arte in vetrina” con protagoniste le opere del Mau con le botteghe artigiane di Borgo Campidoglio e la mostra “Lo specchio svelato” di Marco Martz (dalle 10 alle 19, interno cortile Via Rocciamelone 11).

Marco Berton

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium