/ Attualità

Attualità | 24 settembre 2020, 17:08

Servizi sociali e carenza di personale, il Comune prova a rassicurare: "In arrivo cinque nuove assunzioni”

La vicesindaca Sonia Schellino e l'assessore al bilancio Sergio Rolando hanno fatto il punto della situazione. I dati: dal 2017 assunte 38 persone tra cui 23 assistenti sociali e 10 educatori

Servizi sociali e carenza di personale, il Comune prova a rassicurare: "In arrivo cinque nuove assunzioni”

La tematica era di quelle delicate perché riguardava direttamente e indirettamente la vita di molti lavoratori e di moltissimi cittadini torinesi in difficoltà: la carenza di personale nei servizi sociali della Città, denunciata a più riprese da alcuni sindacati, è stata affrontata questa mattina durante una seduta congiunta tra la 4° e la 1° Commissione.

Alcune novità positive potrebbero arrivare a breve: “Dopo – ha annunciato l'assessore al bilancio Sergio Rolando – aver fatto tutte le verifiche di rito, sia dal punto di vista finanziario che di necessità, abbiamo adottato una delibera per modificare il piano assunzioni, con l'inserimento cinque nuove figure professionali: un assistente sociale, tre educatori professionali e un oss scorrendo l'attuale graduatoria”.

La situazione più critica riguarda proprio gli operatori presenti in graduatoria dal 2017, che tra pochi giorni rischiano di essere lasciati definitivamente a casa: “Come Giunta – ha aggiunto la vicesindaca e titolare del welfare Sonia Schellino – stiamo facendo il possibile per sbloccare le cose, senza chiedere ai dirigenti di non rispettare le leggi in vigore o di creare un danno erariale".

"Attualmente siamo in contatto con i livelli nazionali, tra cui Aran e la sottosegretaria Laura Castelli, per la proroga delle graduatorie in scadenza il 30 settembre: da parte nostra c'è interesse e attenzione perché abbiamo bisogno di personale”.

Le persone attualmente impiegate nei servizi sociali della città sono 1170 più 78 internali: tra i primi, 556 hanno una qualifica tecnica di assistente sociale, educatore professionale o oss. L'attenzione del Comune è rivolta anche agli assunti a tempo determinato: “Per chi non ha maturato i 36 mesi – ha assicurato la dirigente dell'area politiche sociali Marina Merana – abbiamo chiesto all'ufficio personale di procedere con il rinnovo per il massimo della durata possibile, compatibilmente con i fondi a disposizione. Con i cinque nuovi inserimenti, inoltre, porteremo il numero di assunzioni degli ultimi tre anni a 38”.

Le rassicurazioni arrivate da Palazzo Civico non hanno però convinto la Cub, promotrice di diversi presidi di protesta: “Mancano risposte - ha affermato Cosimo Scarinzi – su quale sia la strategia del Comune per affrontare una situazione allucinante, senza concorsi da vent'anni, con una marea di interinali privi di diritti e un numero di assunzioni assolutamente insufficiente: mancano capacità di iniziativa e di pressione sul governo”.

Su richiesta della capo-gruppo di Torino in Comune Eleonora Artesio verrà inoltrata a tutti i consiglieri la documentazione sulla vicenda, dopodiché verrà organizzata una nuova Commissione.

Marco Berton

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium