/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 01 ottobre 2020, 07:20

Torino si fa bella: tutto pronto per l'edizione 2020 della Fashion week, a caccia di nuovi talenti "nostrani"

Appuntamento fissato dal 3 al 9 ottobre: nelle giornate del 5 e del 6 le sfilate tutte made in Italy organizzate da Cna Federmoda. Stefanoni: "Siamo la città dell'internazionalizzazione al contrario: non sono i torinesi ad andare all'estero, ma è il mondo che è venuto a produrre e vendere qui"

Foto: Castello

Foto: Castello

Sfilate in streaming presso la Rinascente di via Lagrange, confronti on line con protagonisti e addetti ai lavori del settore moda, quattro giorni di incontri B2B (5-8 ottobre) e molto altro ancora: tutto questo, dal 3 al 9 ottobre, sarà l'edizione 2020 della Torino Fashion Week. Un appuntamento organizzato da Tmoda in collaborazione con Unioncamere Piemonte e CNA Torino e con il sostegno della Camera di Commercio di Torino. 

Ma dopo il convegno inaugurale e di presentazione di oggi, sono tanti gli appuntamenti che scandiranno i prossimi giorni. Il 9 ottobre alle 21, per esempio, sarà consegnato il Torino Fashion Week Award by Rinascente, CNA Federmoda, Banca Cooperativa di Cherasco BCC. Ospite d'onore quel Gerardo Orlando che, dopo aver lavorato per Mario Valentino, Romeo Gigli e Ferragamo, ha fondato l’omonimo brand affermato in Cina e in Europa e presente in diverse Fashion Week internazionali.

Ma ci saranno anche sfilate che si potranno seguire in streaming (così come la consegna del premio). E non mancherà l’anima business del format che garantirà 4 giorni di webinar destinati alle PMI, alle start up e agli imprenditori del settore tessile e fashion e una serie di incontri internazionali online dedicati al B2B e organizzati tramite la piattaforma b2match. Come ogni anno si terrà infatti il Torino Fashion Match (5-8 ottobre) organizzato da Unioncamere Piemonte nell’ambito della rete Enterprise Europe Network e del Sector Group Textile and Fashion di cui l’ente è partner. La rete EEN, creata dalla Commissione Europea per supportare l’attività imprenditoriale e la crescita delle imprese europee, in particolare delle PMI, si articola in circa 600 punti di contatto organizzati in consorzi dislocati in oltre 50 Paesi. A conferma del successo del B2B Torino Fashion Match, nel 2019 l’evento ha ricevuto il premio come miglior Best Practice tra tutte le attività di B2B svolte nell’ambito dei 17 Sector Groups della rete EEN. La Commissione Europea e la sua Agenzia per le Piccole e Medie Imprese lo hanno premiato per l’impatto innovativo, per la visibilità mediatica che offre alle imprese e alla rete stessa e per il potenziale di networking che genera favorendo la nascita di collaborazioni internazionali.

“Il Covid-19 ha segnato una metamorfosi nel sistema moda - sottolinea Claudio Azzolini, fondatore della Torino Fashion Week, che aggiunge -: il nuovo format segue coerentemente le sue idee primordiali e si adatta ai cambiamenti e all’innovazione per favorire un modello sostenibile nel comparto moda".

E tra le sfilate, ce ne sarà una particolarmente legata alla valorizzazione del territorio e del made in Italy in generale: è quella firmata da Cna Federmoda alla TFW 2020, la più internazionale delle quattro edizioni precedenti. Sono rappresentate attraverso gli stilisti protagonisti della prima catwalk 100% digital nazionalità come Brasile, Perù, Moldavia e Romania. Oltre ovviamente all'Italia.

In particolare, le sfilate di CNA Federmoda sono in calendario il 5 e 6 ottobre 2020 - Per vedere le sfilate in diretta streaming occorre scaricare la web app che aprirà il sipario sulla Fashion week.

"La moda made in Italy sta cambiando per effetto demografico - spiega il responsabile di CNA Federmoda Piemonte, Vitaliano Alessio Stefanoni -. Oltre il 60% delle attività sartoriali della Città metropolitana di Torino ha oggi (dati Camera di commercio di Torino) per titolare un nativo non italiano. Questo pone il tema di dove stia andando la moda italiana e soprattutto fa di Torino la città protagonista di una sorte di internazionalizzazione alla rovescia dove non sono più le aziende torinesi ad andare a fare business nel mondo, ma è il mondo che è venuto a Torino a produrre e a vendere direttamente agli italiani". E infatti la vecchia scuola dei sarti torinesi ha dato tantissimo in termini di trasmissione di know how a questa nuova generazione di stilisti ibridi. 

Il 12 ottobre si terrà anche la consegna della prima edizione del premio all'imprenditoria Silvio Cattaneo che verrà assegnato agli stilisti di CNA Federmoda che hanno partecipato alla TFW quinta edizione.

Massimiliano Sciullo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium