/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 15 ottobre 2020, 12:11

Cultura e turismo nell'era digitale: parte la sfida degli studenti di Università e Politecnico di Torino

Il Contamination Lab di Torino lancia la Challenge in collaborazione con il Centro Conservazione Restauro “La Venaria Reale”. I team multidisciplinari disegneranno nuove modalità di fruizione della cultura, integrando la dimensione digitale e quella fisica

Cultura e turismo nell'era digitale: parte la sfida degli studenti di Università e Politecnico di Torino

Parte oggi, 15 ottobre 2020, la Challenge “Cultura e Turismo nell’era digitale” lanciata dal Contamination Lab di Torino, in stretta collaborazione con il Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale”. I 30 studenti partecipanti alla Challenge, provenienti dal Politecnico di Torino e dall’Università degli Studi di Torino, cercheranno di dare risposta a domande rese ancora più attuali nel periodo di emergenza sanitaria in atto, quali “Come il digitale cambierà i meccanismi di valorizzazione delle identità e dei patrimoni artistici? Come cambierà il modo di fruire delle opere d’arte e della loro storia? Quali sono i cambiamenti degli attori del settore?”.

L’obiettivo è dunque quello di aiutare gli studenti a sviluppare idee per rispondere alle sfide derivanti dalla digitalizzazione della cultura e dei suoi effetti. I partecipanti, suddivisi in team, cercheranno di comprendere i fattori determinanti e le relazioni in questo specifico ecosistema, tenendo presente da un lato le esigenze della ‘nuova normalità’, dall’altro la sostenibilità economica e sociale delle soluzioni.

Questa Challenge avrà luogo secondo una modalità di partecipazione “mista”, in presenza e da remoto per permettere ad ogni studente di essere parte attiva della Challenge, ovunque si trovi. Insieme progetteranno soluzioni per innovare le modalità di fruizione dell’arte e del restauro, per valorizzare i beni museali di Torino, le identità culturali del territorio e renderle più fruibili e attrattive. Gli studenti lavoreranno in team multidisciplinari, organizzati da una equipe di psicologhe e potranno avvalersi di lezioni in presenza e online, tenute da docenti di Politecnico e Università di Torino e da esperti del mondo culturale e museale torinese, saranno inoltre supportati durante tutto il percorso da mentor esperti di design, cultura digitale ed educazione imprenditoriale.

Per il Centro Conservazione Restauro – dichiara il Segretario Generale del CCR “La Venaria Reale” Sara Abram - si tratta di un’opportunità significativa per offrire la propria struttura, la propria organizzazione e le proprie attività al confronto con una platea qualificata di soggetti, per cogliere ulteriori spunti e prospettive sulla possibilità di tradurre il restauro in esperienza conoscitiva ed educativa. A partire dagli assi di sviluppo del piano strategico e alla revisione dei suoi obiettivi e delle sue azioni in conseguenza dei cambiamenti derivanti dall’emergenza sanitaria, la Challenge “Cultura e Turismo nell’era digitale” rappresenterà un momento di verifica, offrendo nuovi punti di vista e nuove soluzioni per la comprensione e la valorizzazione del patrimonio culturale”.

A febbraio 2021 i vari team presenteranno le loro proposte ad una Giuria di esperti e i progetti migliori avranno la possibilità di essere seguiti maggiormente per rendere concrete le soluzioni elaborate.

Il Contamination Lab Torino è un progetto del Ministero dell’Università finalizzato a creare un percorso formativo unico nel suo genere, che prevede la partecipazione congiunta di studenti provenienti da differenti percorsi di studi (Architettura, Economia, Antropologia, Filosofia, Comunicazione, Conservazione e restauro dei beni culturali, ecc.) e livelli di educazione (dalla triennale al dottorato di ricerca).

Domani, venerdì 16 ottobre, alle ore 10 con il webinar dal titolo “Ritorno al futuro? Reindustrializzazione manifatturiera smart e green per rilanciare lo sviluppo industriale dell’area metropolitana basato su conoscenza, sostenibilità e occupazione” si apre invece il ciclo di incontri on line promosso dai ricercatori e dalle ricercatrici del Politecnico e dell’Università sulla definizione di scenari sul futuro della Città metropolitana da qui al 2030.

I temi affrontati negli incontri, che fungeranno da problem-framing per lo sviluppo del territorio, permetteranno ai ricercatori dei due Atenei di lavorare insieme mettendo a disposizione le proprie competenze di analisi e ricerca unite allo stretto rapporto che li lega al territorio nel quale operano.

Il ciclico, che si chiuderà a marzo 2021, prevede la presenza di relatori esterni al contesto locale, anche stranieri, affiancati da due esperti interni appartenenti al comitato scientifico dell’iniziativa, composto da: Filippo Barbera (Università di Torino, Dipartimento di Culture, Politica e Società), Andrea Bocco (Politecnico di Torino, Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio), Antonio De Rossi (Politecnico di Torino,  Dipartimento di Architettura e Design), Marco Guerzoni (Università di Torino, Dipartimento di Economia e Statistica, Cognetti de Martiis), Patrizia Lombardi (Politecnico di Torino, Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio); Paolo Mellano (Politecnico di Torino, Dipartimento di Architettura e Design), Alessandra Quarta (Università di Torino, Dipartimento di Giurisprudenza) , Giovanni Semi  (Università di Torino, Dipartimento di Culture, Politica e Società). 

Al primo dei 6 incontri previsti, che si terrà in lingua inglese e sarà trasmesso in streaming su (www.mediastream.polito.it), interverranno Frank Neffke e Growth Lab (John F. Kennedy School of Government at Harvard University), Marina Savona (University of Sussex), Giuseppe Scellato (Politecnico di Torino) e Aldo Geuna (Università di Torino).

I ricercatori si interrogheranno sulla possibile riconversione industriale che parte dalle tradizionali eccellenze meccaniche nella manifattura di nuova generazione (advanced manufacturing, industria 4.0) con probabili esternalità in altri settori come ad esempio quello biomedicale, qualora le imprese vengano accompagnate nella adozione delle nuove tecnologie legate alla raccolta ed elaborazione dei dati. Il rilancio in questo settore creerebbe occupazione in settori di servizi complementari, sia tradizionali a basso valore aggiunto, ma anche in servizi non-tradable ad alto valore aggiunto come consulenze ingegneristiche, informatiche e di integrazione di sistemi.

Al programma di incontri si alterneranno sei tavoli di lavoro dedicati ai temi sviluppati nei webinar, aperti a 15 testimoni privilegiati, attori pubblici e privati del territorio, condotti da professionisti specializzati in future studies con una diretta conoscenza del contesto locale. La finalità dei tavoli sarà quella di costruire scenari possibili per Torino partendo dall’ascolto dei partecipanti e applicando metodi avanzati di forsight.

Calendario degli incontri

16 ottobre 2020

Webinar: “Ritorno al futuro? Reindustrializzazione manifatturiera smart e green per rilanciare lo sviluppo industriale dell’area metropolitana basato su conoscenza, sostenibilità e occupazione”

Webinar in lingua inglese

Direzione scientifica: Marco Guerzoni, Università di Torino e Patrizia Lombardi, Politecnico di Torino

Tavolo di lavoro: 28 ottobre


Novembre 2020

Webinar: “Costruire una visione metromontana. Policentrismo e interdipendenza funzionale tra territori in relazione con la dimensione padana e europea: persone, servizi e filiere economiche”

Direzione scientifica: Filippo Barbera, Università di Torino; Antonio De Rossi, Politecnico di Torino

Tavolo di lavoro: 19 novembre


Dicembre 2020

Webinar: “Luoghi e infrastrutture sociali, culturali e tecnologiche per una città-rifugio: uscire dal paradigma dell’accoglienza per entrare in quello della cittadinanza”

Direzione scientifica: Andrea Bocco, Politecnico di Torino e Giovanni Semi, Università di Torino

Tavolo di lavoro: 16 dicembre


Gennaio 2021

Webinar: “Vuoti a (p)rendere? Spazi comuni ed economia locale”

Direzione scientifica: Alessandra Quarta, Università di Torino, Paolo Mellano e Andrea Bocco, Politecnico di Torino)

Tavolo di lavoro: 28 gennaio


Febbraio 2021

Webinar: “La sfida ambientale. Consumo di suolo, retrofitting energetico, inquinamento: come preparare la città agli effetti del cambiamento climatico”

Direzione scientifica: Patrizia Lombardi e Paolo Mellano, Politecnico di Torino.

Tavolo di lavoro: 19 febbraio


Marzo 2021

Webinar: “Produzione culturale, performing arts & comunità artistiche legate ai beni culturali e alle risorse dell’area metropolitana”

Direzione scientifica: Filippo Barbera, Marco Guerzoni e Giovanni Semi, Università di Torino, Patrizia Lombardi, Politecnico di Torino

Tavolo di lavoro: 16 marzo

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium