/ Politica

Politica | 14 gennaio 2021, 14:31

Crisi si governo, Appendino: "Scelta irresponsabile, il Paese ha bisogno di un governo. La colpa è di Renzi"

La sindaca sulle frizioni nell'esecutivo: "Sono preoccupata, anche per le categorie come il commercio e chi aspetta ristori e risposte". Il segretario regionale del Pd, Furia: "Purtroppo non si è voluta trovare una sintesi"

La sindaca Chiara Appendino al telefono

La sindaca Chiara Appendino

"Sono molto preoccupata. Ritengo incomprensibile e irresponsabile ciò che è successo a Roma e la responsabilità è chiaramente di Matteo Renzi". A poche ore dall'apertura della crisi di Governo non usa mezzi termini la sindaca di Torino, Chiara Appendino. "Ho piena fiducia nel Movimento e nel presidente Mattarella. Ma non credo che ci possa essere una guida diversa da Giuseppe Conte".

"Sono preoccupata soprattutto per categorie che attendono ristori e risposte. Siamo solidali con i commercianti e presto li incontreremo per capire cosa succederà con le nuove norme. Le proteste? Sono comprensibili, ma devono rimanere all'interno delle norme del DPCM".

Su quanto accade a Roma, anche il mondo economico torinese osserva con preoccupazione. "Speriamo che presto le forze politiche trovino un accordo per lavorare a uno strumento fondamentale, estremamente potente e rivolto al futuro per costruire un cammino comune - dice Gian Maria Gros-Pietro, presidente di Intesa Sanpaolo -. L'Italia sarà uno dei principali beneficiari e dunque è importante avere un governo che sappia lavorarci".

"Destano preoccupazione e stupore le dimissioni dei membri del governo di Italia Viva. Dimissioni che si verificano a seguito di giornate estenuanti di trattative sul merito dei dossier. Ad esempio sul Recovery Plan, su cui si sono fatti passi avanti anche grazie al confronto", ha commentato il segretario del PD Piemonte, Paolo Furia. "Purtroppo, quando in una trattativa si ottiene molto ma poi si procede lo stesso nella direzione di rompere, resta la sensazione che non si sia mai davvero voluto trovare una sintesi e una composizione. Non era il momento di trascinare il paese in questa confusione. Le persone temono per il proprio lavoro, le aziende hanno cali drammatici di fatturato, la campagna vaccinale deve procedere speditamente e senza errori, la terza ondata di coronavirus intanto è alle porte. Una crisi in questo momento ci mette peraltro in una condizione unica in Europa e oltre. Il PD lavora seriamente ad una sintesi nell'interesse del paese. Tutto l'azzardo di Renzi si fonda sul presupposto che tanto a votare non si può andare. Ma bisogna anche impegnarsi per trovare una strada di sintesi: non va bene ritagliarsi il ruolo di chi rompe lasciando ad altri l'onere di trovare le soluzioni. Tutti si impegnino per trovare una soluzione decente per proseguire la legislatura, se si intende evitare davvero il ritorno alle urne , di cui in ogni caso nessuno deve avere paura".

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium