/ Cronaca

Cronaca | 27 gennaio 2021, 11:02

Le rive della Dora usate come una discarica illegale: blitz dei vigili e multe salate per tutti

Nel mirino due aziende, una che aveva prodotto e l'altra che aveva disperso i rifiuti, scoperte dalle Guardie ecologiche volontarie e segnalate alla Polizia metropolitana

Rifiuti sulle rive della Dora

Rifiuti scaricati sulle rive della Dora a Torino

Aveva trasformato la Dora e le sue sponde in una discarica abusiva. Ma il comportamento non è sfuggito al controllo delle Guardie Ecologiche Volontarie, che hanno attivato la Polizia metropolitana di Torino. E' così scattato il blitz dei vigili che nei giorni scorsi ha sorpreso e denunciato un'azienda per l'abbandono di rifiuti.

Gli agenti sono riusciti ad individuare sia la società che aveva prodotto i rifiuti sia quella che li aveva abbandonati in riva alla Dora. Le ditte sono state denunciate in concorso all’autorità giudiziaria e dovranno pagare una contravvenzione di 6.500 euro ciascuna, oltre ad accollarsi le spese per il ripristino dello stato dei luoghi. In caso contrario dovranno subire un processo per il reato di abbandono di rifiuti commesso da persona giuridica. I rifiuti non pericolosi recuperati in riva alla Dora sono stati avviati alle operazioni di recupero in un impianto specializzato in possesso dell’autorizzazione ambientale rilasciata dalla Città Metropolitana di Torino.

Le GEV e la Polizia Metropolitana continuano in tutto il territorio della Città Metropolitana di Torino il monitoraggio per verificare che non si ripetano abbandoni abusivi di rifiuti. - sottolineano il vicesindaco metropolitano, Marco Marocco e la consigliera delegata all’ambiente e vigilanza ambientale, Barbara Azzarà –. In questa come in altre operazioni si rivela essenziale la collaborazione e la sinergia tra la Polizia locale metropolitana e le Guardie Ecologiche Volontarie, a cui il nostro Ente deve riconoscenza e considerazione per l’impegno profuso”.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium