/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 26 marzo 2021, 11:55

Sostegni al sistema neve, Ricca: "Per le stazioni sciistiche soldi in base ai biglietti staccati nella stagione 2019"

A gestire gli stanziamenti per il comparto sarà la Regione: “questi fondi per la montagna saranno una quota importante del denaro impegnato per il supporto al Turismo”

I soldi verranno gestiti dalla Regione

I soldi verranno gestiti dalla Regione

Spiragli di luce per il sistema neve piemontese: i fondi del Decreto Sostegni del Governo Draghi verranno gestiti direttamente dalla “Regione” e questi saranno suddivisi nei vari territori in base “al numero di biglietti venduti dalle stazioni sciistiche nel 2019”. Ad annunciarlo - in un post su Facebook - è l’assessore regionale allo Sport Fabrizio Ricca, che questa mattina ha incontrato il Ministro allo Sport Massimo Garavaglia.

Negli scorsi giorni il comparto Montagne aveva stato lanciato l’allarme sulla ripartizione dei bonus nazionali. Inizialmente sembrava che il parametro per quantificare gli stanziamenti fosse quello dei posti letto. Un criterio, come aveva denunciato all’epoca il Presidente Cirio, che avrebbe penalizzato pesantemente il Piemonte. Alla nostra regione sarebbero spettati solo 35 milioni di euro su 700 milioni, una cifra che ci avrebbe posto dopo la Valle d’Aosta. Per il governatore si trattava “di una vera ingiustizia a vantaggio soprattutto di quelle Regioni e Provincie autonome che godono già di benefici enormi rispetto a noi”.

Al momento non è ancora noto quante risorse verranno destinate al Piemonte per aiutare il sistema neve, ma il calcolo sullo sbigliettamento delle stazioni sciistiche dovrebbe fare aumentare i fondi. “Il ministro – aggiunge Ricca - si è detto disponibile ad aprire anche all’ipotesi che vengano presi in considerazione i numeri degli anni precedenti”.

A gestire gli stanziamenti per il comparto sarà la Regione. “Questi fondi - precisa l'assessore - per la montagna saranno una quota importante del denaro impegnato per il supporto al Turismo”.

Due indicazioni, commenta il sindaco di Pragelato Giorgio Merlo, che" potrebbero rappresentare una vera e propria boccata di ossigeno per tutto il comparto montano"

 

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium