/ Cronaca

Cronaca | 13 aprile 2021, 21:53

Migliora l'83enne autore della strage di Rivarolo Canavese

Estubato dopo il tentativo di suicido, presto sarà trasferito in un altro reparto

foto di archivio della strage di Rivarolo

Migliora l'83enne autore della strage di Rivarolo Canavese

Migliorano le condizioni di Renzo Tarabella, il pensionato di Rivarolo che sabato ha ucciso quattro persone in un alloggio di corso Italia.

Dopo la strage l'uomo ha rivolto l'arma contro se stesso e, alla vista dei carabinieri, ha fatto fuoco. Il proiettile lo ha colpito al volto senza ledere organi vitali: oggi i medici del San Giovanni Bosco di Torino, dove è ricoverato, lo hanno estubato. Per ora resta in terapia intensiva ma è probabile che possa cambiare reparto già nelle prossime ore.

Sembra quindi più concreta la possibilità che gli investigatori, che indagando sulla strage, riescano a interrogarlo magari già la prossima settimana. Le sue parole potrebbero fare luce sulle motivazioni che lo hanno spinto a sparare contro la moglie, Maria Grazia Valovatto, il figlio Wilson e i vicini di casa, proprietari dell'alloggio, Osvaldo Dighera e la moglie Liliana Heidempergher.

Il Gip di Ivrea, Ombretta Vanini, ha convalidato l'arresto di Renzo Tarabella: dovrà rispondere di omicidio plurimo aggravato. La procura, al momento, non ha contestato l'aggravante della premeditazione. I due biglietti di Tarabella, ritrovati dai carabinieri sul tavolo della cucina, sarebbero stati scritti dopo la strage. "Hanno insultato mio figlio già morto. È giusto che paghino", ha scritto Tarabella riferendosi ai padroni di casa.

Domani il medico legale Roberto Testi effettuerà le autopsie.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium