/ Cronaca

Cronaca | 14 maggio 2021, 10:13

Discute con il proprio compagno e lo aggredisce: arrestata per maltrattamenti

Gli agenti di Polizia sono intervenuti per salvare la vittima dalla furia della donna: non era il primo episodio

volante della polizia

A chiedere aiuto è stato un vicino di casa che ha sentito le urla della donna

A chiedere l'aiuto della Polizia è stato un vicino di casa, che aveva sentito le urla di una coppia provenienti da uno degli appartamenti. Facendo accesso nell’androne del palazzo, gli agenti hanno notato numerosi vestiti da uomo gettati in terra, stessa cosa sul pianerottolo dell’abitazione indicata. Attraverso la porta d’ingresso, lasciata aperta, hanno intravisto una coppia discutere animatamente.

L’uomo aveva diverse escoriazioni sul corpo mentre la donna, senza alcun segno di violenza o lesioni, ha detto di essere stata picchiata dal compagno.

Gli operatori hanno raccolto anche il racconto dell'uomo che, in un profondo stato di agitazione, ha detto di essere stato colpito più volte dalla compagna, cittadina centrafricana di 28 anni, in seguito ad una discussione nata per futili motivi. La donna lo ha colpito prima con un mestolo di legno e poi con un cucchiaio in metallo, per poi morderlo all’altezza del collo, colpirlo con pugni alla schiena e infine graffiandolo al volto. Terminata l’aggressione, la 28enne ha gettato i vestiti del compagno sul pianerottolo insieme al cellulare, provocando la rottura del display.

I poliziotti hanno trovato all’interno del lavandino gli utensili utilizzati per colpire la vittima, mentre personale sanitario ha medicato le ferite dell’uomo. La donna è stata accompagnata in Questura.

Dal racconto dell'uomo, è emerso come quello non sia stato l'unico episodio: per questioni di gelosia, la compagna lo aveva aggredito già altre volte, arrivando perfino a causargli la perdita di un incisivo in seguito ad un pugno. La ventottenne è stata arrestata per maltrattamenti in famiglia.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium