/ Politica

Politica | 31 maggio 2021, 13:06

La pedonalizzazione del Polo del ‘900 mal digerita dai commercianti: “Respiriamo smog, viabilità senza senso” [VIDEO e FOTO]

Alberto De Reviziis, negoziante di via del Carmine: “Si crea un effetto tappo, nessuno ci ha coinvolti: avrei preferito tutta la via pedonale, questo è un cortile privato per il Polo”

La pedonalizzazione del Polo del ‘900 mal digerita dai commercianti: “Respiriamo smog, viabilità senza senso” [VIDEO e FOTO]

Sei fioriere imbrattate, una ventina di paletti con attorno cantieri e ponteggi. Se il buongiorno si vede dal mattino, è facile immaginare che la pedonalizzazione del Polo del ‘900, nella piazzetta Antonicelli, possa essere mal digerita dal tessuto commerciale del quartiere.

A pochi giorni dall’inaugurazione ufficiale del 2 giugno, con la pedonalizzazione già attiva, sono infatti parecchie le lamentele pervenute per un progetto calato dall’alto, non condiviso con i commercianti che hanno i negozi a due passi dall’area chiusa al traffico e che, apparentemente, presenta qualche criticità. La pedonalizzazione sperimentale avrà luogo dalla Festa della Repubblica fino al 31 ottobre 2021, proprio davanti al Polo del ‘900 e alla Prefettura. In questo spazio verranno organizzati eventi culturali e iniziative estive per coinvolgere la cittadinanza. 

Effetto tappo, in via Del Carmine si respira smog

I problemi, come detto, non mancano: le auto che arrivano da via del Carmine e si ritrovano a svoltare in via dei Quartieri, dovendo rallentare all’altezza di via Garibaldi creano spesso un ingorgo. Un tappo vero e proprio, che fa respirare ai commercianti di via del Carmine smog. Il traffico è poi molto intenso in orario di entrata e uscita delle scuole, essendo presente un’istituto poco distante. Se davanti al Polo del ‘900 si respira aria pulita, poco distante è un trionfo di inquinamento. 

Viabilità modificata e cantieri in corso

Vi è poi il paradosso dei mezzi delle forze dell’ordine che, potendo entrare nel pezzo che collega via del Carmine alla piazzetta, si ritrovano per forza a dovere uscire e immettersi in via dei Quartieri in contromano. Tanti poi i dubbi sollevati circa la possibilità di organizzare eventi in una piazza che in questo momento vede da una parte un ponteggio per la ristrutturazione della facciata e dall’altro lato un cantiere. Insomma, di certo non una cornice delle migliori. Anche le fioriere utilizzate per chiudere l’accesso alla via, essendo sempre le stesse, sono già imbrattate e piene di scritte.

“E’ un cortile privato per il Polo del ‘900, commercianti tagliati fuori”

Se la pedonalizzazione avesse interessato l’intera via Del Carmine, la maggior parte dei commercianti non avrebbe avuto nulla da dire: invece così è un tappo. Si crea una nuvola di gas che respiriamo noi” spiega Alberto De Reviziis, titolare di un negozio di tappeti poco distante. “Nessuno ci ha coinvolti, nemmeno con un sondaggio. I residenti non sono contenti, i commercianti nemmeno : è una pedonalizzazione fatta ad hoc per il Polo a cui è stato concesso un cortile privato”, attacca il negoziante. 

Ora il traffico è ancora più caotico, soprattutto in orario scolastico. E poi c’è il paradosso della viabilità che costringe le forze dell’ordine a uscire in contromano dallo spazio pedonale”, conclude De Reviziis.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium