/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 10 giugno 2021, 15:25

Case popolari, Caucino: "Puntiamo su illegalità zero e occupazioni zero. E riqualificheremo con il Piano Casa" [FOTO]

Sopralluogo dell'assessore regionale in alcuni edifici ATC. "Presto due milioni di risorse oltre agli 1,5 già stanziati. Vogliamo riqualificarne almeno 1700 solo a Torino e provincia"

Case popolari, Caucino: "Puntiamo su illegalità zero e occupazioni zero. E riqualificheremo con il Piano Casa" [FOTO]

Progetti di recupero, sfruttando (anche) le opportunità dei bonus e superbonus. Ma pure tanto degrado cui porre rimedio e richieste alle istituzioni da parte di condomini che non si "ritrovano" più nelle case in cui vivono. "Qui ormai abbiamo paura, non siamo tranquilli".

È partito dalle case popolari di via Poma 11, zona Mirafiori, il giro di sopralluoghi che l'assessore regionale alla Casa, Chiara Caucino, ha voluto effettuare in alcuni complessi ATC per fare il punto della situazione nell’ottica nel nuovo Piano Casa. Corso Lecce 33, via Aosta 31, via Bologna 265 e via Ghedini 19 le altre tappe programmate dall'esponente della giunta Cirio.

I numeri di via Poma: un complesso che ormai ha 73 anni

Solo nel complesso di via Poma / via Scarsellini si contano 14 edifici costruiti nel 1949 e ci sono 450 alloggi. Di questi, 47 sono sfitti (ma sono soprattutto di piccole dimensioni e dunque incontrano difficilmente le necessità dei nuclei famigliari in cima alla graduatoria). "Tra le problematiche più sentite, anche qui, ci sono le occupazioni illegittime - dice Emilio Bolla, presidente di ATC, che ha accompagnato Caucino nel suo giro - e in alcuni di questi stiamo già intervenendo con la manutenzione".

Il racconto degli inquilini: "Ormai abbiamo paura anche a fare la spesa o a mandare i bimbi a giocare"

Ma i problemi non sono solo questi. E a raccontarli sono le voci di chi abita ormai da anni in queste case: "Io ho paura anche a fare la spesa - racconta un'inquilina -. Nella scala prima della mia sono entrati e non siamo tranquilli. E ho paura a mandare il mio nipotino a giocare al campetto". E un'altra signora racconta: "Fanno il cambio dell'olio alle auto qui in cortile, come se niente fosse". "Abbiamo ricevuto tante promesse, ma guardate in che condizioni siamo ridotti", è l'ultimo appello rivolto ai rappresentanti delle istituzioni presenti.

Il Piano Casa e gli obiettivi da raggiungere

"In tutta Torino sono quasi 30mila gli immobili popolari, la stragrande maggioranza degli oltre 50mila presenti in tutta la regione - dice Caucino -. Col Piano casa vogliamo realizzare la riqualificazione di 1700 alloggi sfitti in zona Torino e città metropolitana (sono oltre 3300 in Piemonte): abbiamo trovato un'eredità pesantissima e ci stiamo attivando". I problemi sono ben noti, così come i traguardi da raggiungere: "Dignità abitativa, riduzione a zero degli alloggi sfitti e illegalità zero sono i nostri obiettivi: oggi come oggi l'abusivismo è in aumento, si contano 182 occupazioni solo a Torino, che salgono a 190 in tutta la città metropolitana. Abbiamo fatto protocolli con forse dell'ordine per cercare di pervenire, ma la pandemia ha creato nuove povertà e spesso ci troviamo di fronte a nuclei con bambini piccoli che occupano".

Le risorse a disposizione ci sono. "Abbiamo già distribuito un milione e mezzo alle ATC e a breve ne destineremo altri due, più tranche legati a ex Gescal da 8 milioni".

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium