/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 01 luglio 2021, 14:32

Il mercato immobiliare frena per il Covid ma tiene sia a Torino che in provincia

Presentato il Borsino Immobiliare di Fimaa: diminuzione delle transazioni abitative del 13,1% nel capoluogo e del 5% negli altri comuni; stabili le quotazioni

Borsino Immobiliare Fimaa

Il mercato immobiliare frena per il Covid ma tiene sia a Torino che in provincia

Nel 2020, nonostante l'emergenza Covid, il mercato immobiliare a Torino e in provincia ha tenuto: è questa la conclusione principale del Borsino Immobiliare della Federazione dei Mediatori Fimaa, presentato questa mattina. Il tutto nonostante le previsioni pessimistiche stimolate dalla devastante crisi economica provocata dalla pandemia.

I numeri

A supportare l'analisi sono i dati presentati: le compravendite abitative totali sono state 11868 in città e 16159 nei restanti comuni, con rispettive diminuzioni del 13,1 e del 5%. Il taglio più richiesto è invece quello compreso tra i 50 e gli 85 metri quadrati seguito da quello 86-115. Le quotazioni, seppur in lieve calo, sono rimaste complessivamente stabili, mentre la cifra media spesa per l'acquisto di una casa ha raggiunto i 182182 euro in città e i 126319 euro fuori; il fatturato totale del settore, infine, è stato di 4 miliardi e 200 milioni di euro.

Nessun collasso

Un ultimo focus riguarda i negozi e gli uffici sul territorio cittadino: nel primo caso c'è stata una riduzione del 9,8% con una contrazione dei prezzi del 3%, mentre nel secondo i cali sono stati del 3,8% e dell'1,4%: "Il paventato collasso delle compravendite immobiliari - ha commentato il presidente di Fimaa Franco Dall'Aglio - fortunatamente non si è concretizzato. Il mercato, non avendo un malessere fisiologico, ha assorbito il gap prodotto da due mesi di blocco totale; essendo sani, crediamo di essere in grado di sostenere eventuali nuovi rallentamenti".

Coppa: "Settore trainante"

Alla presentazione  ha partecipato anche la presidente di Ascom Torino Maria Luisa Coppa: "Il Borsino Immobiliare - ha dichiarato - è un appuntamento importante perché Fimaa fa parte della nostra grande famiglia e il settore è trainante per tutta l'economia soprattutto nel post coronavirus. Nonostante un leggero calo avete tenuto e questo è un bel segnale per le famiglie che, in questi anni, hanno creduto negli investimenti immobiliari".

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium