/ Politica

Politica | 19 luglio 2021, 18:28

Magliano: "Fallimento a 5 stelle, toccherà alla prossima Giunta risolvere il problema occupazioni di case ATC e del minisuk"

Il capogruppo dei Moderati attacca anche sulla questione dell'incrocio tra corso Unione Sovietica e via Rosario di Santa Fè: "Servono interventi per garantire la sicurezza"

Magliano: "Fallimento a 5 stelle, toccherà alla prossima Giunta risolvere il problema occupazioni di case ATC e del minisuk"

"Dopo ben dieci mie interpellanza sul tema (la più recente delle quali discussa poco fa in Sala Rossa), i problemi del tratto di corso Racconigi tra via Foresto e corso Vittorio Emanuele II ancora non sono risolti: i residenti e i commercianti del quartiere sperano ora nella prossima Giunta", attacca il capogruppo dei Moderati Silvio Magliano.

"In questi cinque anni le cantine dei caseggiati al civico 25 del corso sono diventate deposito per la mercanzia degli abusivi e diversi appartamenti sono stati occupati: chiediamo che si accorcino i tempi di assegnazione degli alloggi che che si sigillino e si sorveglio le unità abitative recuperate dopo un'occupazione abusiva o utilizzate come base per chi spaccia. Nel corso del mandato l'emergenza dell'abusivismo non è stata risolta, quella relativa alle occupazioni di case e cantine ATC si è aggravata. Residenti e commercianti sperano ora nella prossima Giunta".

"Gli Agenti della Municipale hanno provato a cambiare tempistiche e modalità dei controlli, ma il fenomeno dell'abusivismo, pur ridotto dopo mesi di pandemia, continua. In corso Racconigi 25 un bene edilizio costruito per garantire il diritto all'abitare dei torinesi si è trasformato in base per venditori di merce di dubbia provenienza e spacciatori. Chiediamo ancora una volta che si interrompa il rimpallo di responsabilità tra Comune e ATC e che si accorcino i tempi di assegnazione degli appartamenti liberi", ha concluso sul punto Magliano.

Il capogruppo dei Moderati ha affrontato poi un altro tema: "Il bilancio avrebbe potuto essere peggiore: solo per caso la vettura che, questa mattina, ha perso il controllo in corso Unione Sovietica 221 angolo via Rosario di Santa Fè non ha travolto persone né ha danneggiato i mezzi di soccorso della Confraternita Misericordia di Torino, per fortuna soltanto sfiorati. Ma se si fossero trovati in quel punto pedoni o Volontari o se la dinamica dell'incidente fosse stata leggermente diversa (questione di pochissimi metri) le conseguenze sarebbero state ben più gravi".

"Questa Giunta ha bisogno di altre prove per capire che realizzare "nasi" in quel tratto di marciapiede, come richiesto alla Giunta dal 2017 e come da noi ribadito con un'interpellanza discussa il mese scorso, è necessario e urgente? Si trovino immediatamente le risorse economiche necessarie e si intervenga. O forse i fondi ci sono solo per realizzare piste ciclabili?", si domanda Magliano.

"Con un "naso" in asfalto e cemento, elemento peraltro previsto dalle planimetrie dell'Ufficio Tecnico per quel tratto di controviale, l'auto fuori controllo si sarebbe fermata prima. Dopo la conferma da parte della Giunta del progetto di "controviale Zona 20", urge ora garantire la sicurezza dei mezzi posteggiati anche alla luce dell'intenzione di non trasformare la configurazione degli stalli da “spina di pesce” a perpendicolari alla carreggiata. Al civico 221 di corso Unione Sovietica ha sede la Confraternita Misericordia di Torino, i cui mezzi di soccorso, con la loro delicata e preziosa attrezzatura, sono di norma posteggiati proprio su quegli stalli", ha concluso il capogruppo dei Moderati.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium