/ Politica

Politica | 28 luglio 2021, 11:35

Incontro con Draghi, Appendino: “Se Torino non viene accompagnata dal Governo, perderemo posti di lavoro” (VIDEO)

Convocato un tavolo con il ministro Giorgetti per valutare i dossier e provare a utilizzare le risorse del Pnrr. La sindaca: “Non dobbiamo rinunciare alla nostra filiera, ma dobbiamo accompagnarla nelle transizioni”

chiara appendino

Incontro con Draghi, Appendino: “Se Torino non viene accompagnata dal Governo, perderemo posti di lavoro”

Se Torino non viene accompagnata dal Governo, perderemo posti di lavoro”. Non usa mezzi termini Chiara Appendino, tornata dal colloquio a Roma con il premier Mario Draghi, per descrivere la situazione dell’automotive e del settore industriale torinese e piemontese.

“Interesse del Paese che il Piemonte sia al centro delle politiche industriali”

Per la sindaca, il Premier ha compreso la situazione e riconosciuto l’importanza di Torino: “E’ interesse del Paese, e non solo di Torino, che il Piemonte sia al centro delle politiche industriali e che possa accompagnare la ripresa”.

Draghi si è impegnato con il ministro allo Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti a convocare un tavolo per guardare i dossier, sperando di poter utilizzare le risorse del Pnrr” ha affermato la prima cittadina.

L’importanza del Pnrr

E dovrà essere proprio il Pnrr, secondo Appendino, lo strumento indispensabile per rilanciare il settore dell’automotive, accompagnandolo in una transizione energetica non più procrastinabile: “Quando parliamo di automotive dobbiamo parlare dell’auto del futuro, che significa accompagnare la filiera nella transizione energetica. Pensiamo all’elettrificazione, alla guida autonoma. Cambierà il concetto di proprietà dell’auto, andiamo verso una città che condivide la proprietà. Questo vuol dire che non dobbiamo rinunciare alla nostra filiera, ma dobbiamo accompagnarla nelle transizioni”.

Ecco perché lo stesso Draghi ha deciso di fare da garante e di convocare un tavolo specifico con il ministro Giancarlo Giorgetti, al fine di valorizzare le competenze presenti da decenni sul territorio piemontese.

Cna: "Pnrr grande opportunità"

Ricordiamo che le risorse del Pnrr rappresentano una grande opportunità. Per questo siamo molto attenti al loro corretto utilizzo, perché dovranno portare a sviluppo vero nei prossimi anni, quando il territorio potrà sostenerne agevolmente la parziale restituzione. Altro particolare che vogliamo sottolineare è la necessità che nessuno venga escluso prima di tutto il tessuto imprenditoriale italiano, per il 90% costituito da artigianato e micro impresa”, ha dichiarato il presidente regionale della CNA Piemonte Bruno Scanferla.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium