/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 31 agosto 2021, 07:00

Napoli - Juventus, una sfida su due fronti

A meno di un anno, la trasferta con le insidie di campionato e della partecipazione in Nazionale.

Napoli - Juventus, una sfida su due fronti

Era aprile di quest'anno quando allo Juventus Stadium si fronteggiavano la Vecchia Signora e la squadra partenopea, con una sfida ai vertici della Serie A per la lotta gomito a gomito in zona Champions. Quella partita infrasettimanale è finita con il trionfo dei bianconeri per 2 reti a 1.

In quel mercoledì 7 aprile non è servito praticamente a niente il gol di Lorenzo Insigne per evitare al Napoli di tornare a casa a bocca asciutta, a fronte della marcatura di CR7 del primo tempo e quella di Dybala dopo la ripresa. Quel Ronaldo, che oggi ha scelto di tornare al Manchester City e che si mise umilmente a disposizione della sua Nazionale portoghese nella per la vittoria della scorsa finale della Uefa Nations League contro l'Olanda.

Torneo la cui fase finale sta per essere disputata a Torino. "In attacco Depay fu quasi inesistente - afferma dalle pagine di fitforbeach.nl l'esperto di calcio Rob Bakker - nonostante la buona circolazione di palla a centrocampo di De Jong e De Roon e il muro della retroguardia difensiva, messi in opera da De Ligt e Van Dijk. In particolare quest'ultimo diede il massimo, uscendo anche da lunghi periodi di infortunio alla caviglia e alla coscia che hanno richiesto un recupero impegnativo fra balance per riacquistare l'equilibrio e cardio fitness per riacquistare la forza e la resistenza".

A differenza di quel prestigioso appuntamento, ora gli impegni in nazionale possono essere un problema per il regolare svolgimento della stagione. Infatti, l’imminente trasferta per Napoli - Juventus, valida per la terza giornata del girone di andata della stagione 2021 / 2022 inserita nel calendario di Serie A il prossimo 12 settembre, viene subito dopo una moltitudine di impegni al di fuori del nostro Paese con le rispettive Nazionali.

Nella preoccupazione di impostare il susseguirsi delle partite interne ad un ritmo forsennato, le Autorità del calcio giocato non hanno fatto i conti con le regole di circolazione imposte dalla pandemia. Ciò significa il mister Massimiliano Allegri deve pensare a comporre la formazione tenendo conto la sera del 9, Dybala, Cuadrado, Bentancur, Danilo e Alex Sandro vanno ad assolvere i loro impegni calcistici sull’erba dell’America del Sud, oltre al centrocampista statunitense McKennie.

Per le file del Napoli, Osimhen rientrerà dalla Nigeria la sera dell'8 e Koulibaly, dal suo Congo, forse lo stesso giorno oppure al mattino del 9 in Italia. Ancora più a ridosso dell’impegno contro la Juventus dovrebbe essere il ritorno di Ospina (verosimilmente il giorno prima della gara), oltre ad un probabile sbarco tardivo in Italia per Ounas, Lozano ed Elmas. Preoccupazioni che difficilmente possono svanire solo sapendo di poter contare su trasferimenti privati riservati.

D’altronde quella delle quarantene obbligatorie, che variano da una destinazione all’altra, non è cosa di oggi. La pandemia accompagna il mondo intero dal 2020, come sottolineato dal Ministero degli Esteri a favore della sicurezza collettiva.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium