/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 09 settembre 2021, 07:00

Valter Mainetti, una vita dedicata all’arte: da Augusto a Michelangelo

Valter Mainetti ha scelto di dedicare la sua vita alla sua grande passione: l’arte. Divulgatore e collezionista, nel corso degli anni, è riuscito a guidare la Fondazione Sorgente Group M, insieme alla moglie Paola.

Valter Mainetti, una vita dedicata all’arte: da Augusto a Michelangelo

Valter Mainetti ha scelto di dedicare la sua vita alla sua grande passione: l’arte. Divulgatore e collezionista, nel corso degli anni, è riuscito a guidare la Fondazione Sorgente Group M, insieme alla moglie Paola. In un mondo in cui ci si dimentica spesso chi siamo stati, avere la possibilità di dare uno sguardo all’arte, dai ritratti dei discendenti di Augusto – che Mainetti è riuscito a collezionare – fino ai grandi nomi, come Michelangelo e Raffaello, è un’occasione imperdibile.

La Fondazione Sorgente Group è un’istituzione no-profit per l’Arte e per la Cultura. L’obiettivo ambizioso è di promuovere e di valorizzare l’arte e l’immenso patrimonio culturale. Nel mondo dell’arte, il nome di Mainetti non è affatto nuovo: è tra i collezionisti più famosi, soprattutto per quanto concerne l’arte antica. È intervenuto spesso anche per il rilancio dei musei, optando sempre per un collezionismo etico.

L’importanza della storia e dell’arte

Il mondo attuale è stato fortemente segnato dalla Pandemia di Covid-19. Il rilancio dei musei è essenziale, soprattutto perché legato al settore del turismo, che ha dovuto adattarsi alle chiusure e a un nuovo modo di vivere le vacanze. Si viaggia per cultura, per arte, per scoprire le tradizioni – Mainetti è sempre stato impegnato nella condivisione di progetti per promuovere la storia e l’arte, mediante le quali è possibile scoprire la nostra identità attraverso i secoli.

La vita del collezionista d’arte non è facile, perché acquistare un’opera significa inevitabilmente sottoporla a un’analisi artistica di un certo livello, in modo tale da essere certi che abbia una provenienza storica autentica. Per Mainetti, però, questo lavoro è una sfida, soprattutto perché gli dà la possibilità di far riemergere degli antichi reperti, di condividerli non solo con gli esperti del settore – gli archeologi – ma anche con il grande pubblico.

Riportare un’opera alla luce, facendola riemergere, è sempre una grande soddisfazione per Mainetti. L’acquisto di tali opere, che svolge anche mediante la Fondazione Sorgente Group M, ha lo scopo di sostenere il progetto culturale, per arricchire la collettività. Un’opera molto famosa che è stata acquistata all’estero è la Maschera di Papposileno in bronzo, che è stata datata alla metà del I secolo. La sua mostra ha enormemente emozionato il pubblico: “Il Sorriso di Dioniso” ha riscosso molto successo.

I discendenti di Augusto riuniti da Valter Mainetti al Museo Ara Pacis

L’Imperatore Augusto è stato uno dei personaggi più affascinanti della storia, dal momento in cui fu un promotore di pace, di cultura e di tradizioni che si susseguirono nel tempo. Valter Mainetti è riuscito a riunire tutti i ritratti dei discendenti di Augusto al Museo Ara Pacis. Da Marcello a Gaio Cesare e Germanico, è possibile visionare i lavori di incredibile bellezza e autenticità. Le copie in gesso sono esposte in modo permanente, pertanto è possibile andare al museo in qualsiasi momento lo si desideri. L’arte del passato è strettamente connessa con le nostre origini, con chi siamo oggi. Pertanto, l’importanza dell’arte e dei musei è da promuovere, da rilanciare e da sostenere. 

L’arte è una crescita culturale che suscita grande emozione e curiosità”, ha detto a riguardo Valter Mainetti a Radio Colonna. Le sue collezioni sono tutt’oggi oggetto di meraviglia da parte degli studiosi. Inoltre, sono ancora in “divenire”, perché Mainetti non ha alcuna intenzione di fermarsi. Con il tempo, cercherà di ampliarle, per permettere al pubblico di avvicinarsi ai capolavori perduti dell’arte. Dopotutto, la mostra sui discendenti di Augusto ne è un esempio: al pari dei grandi della Storia Antica, il primo Imperatore di Roma è tutt’oggi una figura d’ispirazione, ricca di mistero, ma soprattutto commemorata per la pace che seppe portare e diffondere.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium