/ Politica

Politica | 24 settembre 2021, 10:08

Sicurezza, urbanistica e Made in Torino. Verra: “Il nostro programma per rilanciare la città” [VIDEO]

Il candidato sindaco di Italexit: “Lavoriamo a una progettualità a 360 gradi: la comunità torinese ci permetta, con un voto, di essere promotori del vero cambiamento”

Ivano Verra, candidato sindaco di Italexit

Ivano Verra, candidato sindaco di Italexit

Il nostro programma per Torino è completo, ne ho la conferma nelle domande che ci vengono sottoposte in questi giorni di incontri”. E’ con il sorriso sulle labbra e grande ottimismo che Ivano Verra, candidato sindaco di Italexit, promuove il programma per la città presentato dal suo partito in vista delle elezioni comunali del 3 e 4 ottobre.

Tanti sono i temi, a partire dal mondo del lavoro alla sicurezza, passando per l’urbanistica: da tutti quei settori che costituiscono la vita della città torinese” spiega Verra. L’obiettivo, come sostenuto dal candidato sindaco di Italexit, è quello di lavorare a una progettualità a 360 gradi, che vada ad abbracciare tutti gli ambiti, collegandoli tra loro. Tre, però, i capisaldi di questo programma: la sicurezza, l’urbanistica e il lavoro

Per quanto riguarda il lavoro abbiamo lavorato molto sulla parte delle attività commerciali, dei mercati e sull’aspetto artigianale. Ci tengo a citare 'fatto in Torino’, una sorta di Made in Torino per le produzioni che vengono effettuate e che dovrebbero essere utilizzate sul territorio stesso. Un km0 non solo per il cibo, ma anche per il settore manufatturiero e commerciale” racconta Verra

Questione sicurezza. Italexit, nel suo programma, prevede di istituire una figura come l’assessore alla Sicurezza che, sebbene sia già presente in Regione, non lo è in Comune. “Abbiamo ipotizzato l’inserimento di una figura come l’assessore alla Sicurezza della Città di Torino e una riorganizzazione della polizia municipale: i vigili urbani vanno riformati, sia dal punto di vista dell’assetto viario che della sicurezza”. “La sicurezza va integrata, non solo con il personale ma anche con l’aspetto urbano, architettonico e tecnologico” prosegue Verra.

Il mondo dell’urbanistica - rivela poi il candidato di Italexit - ci interessa moltissimo. Torino soffre di un’organizzazione viaria e di una realtà che ci porta ad avere sempre più traffico e inquinamento. Una riorganizzazione della mobilità e dei mezzi pubblici ci darebbe la possibilità di ridurre inquinamento, tempi di spostamento delle persone”. Impossibile, secondo Verra, ragionare senza tenere in considerazione le connessioni con le realtà extraurbane di Torino: “La mobilità va rivista anche nel territorio extraurbano, dobbiamo fare in modo che si integri con il sistema urbano. Faccio un esempio: l’utilizzo dei treni per trasportare mezzi elettrici. La Gtt non prevede che sulla linea Torino-Ceres si possa portare una bici o un monopattino”.

Un altro aspetto toccato da Verra è poi quello relativo alla tutela dei disabili: “La città va rivista con gli occhi dei disabili. Dobbiamo cercare di renderla fruibile a tutta la popolazione: dai bambini agli anziani, passando per i disabili”.

Chiedo alla comunità torinese la possibilità di permetterci di portare un vero cambiamento a Torino” è l’appello rivolto ai cittadini dal candidato sindaco di Italexit.

Comunicazione Politico Elettorale

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium