/ Nichelino-Stupinigi-Vinovo

Nichelino-Stupinigi-Vinovo | 06 ottobre 2021, 13:40

A Nichelino il Tolardo bis vedrà una Giunta in maggioranza rosa

Le più votate, Carmen Bonino e Giorgia Ruggiero, saranno confermate assessore: anche Paola Rasetto e Valentina Cera faranno parte della squadra. Tra le conferme annunciate anche quella di Fiodor Verzola

Tolardo dopo la vittoria

A Nichelino il Tolardo bis vedrà una Giunta in maggioranza rosa

Dopo i festeggiamenti di lunedì notte, a Nichelino il riconfermato sindaco  Giampiero Tolardo è già al lavoro per definire la squadra che lo affiancherà nel nuovo quinquennio.

Maggioranza rosa

La vittoria già al primo turno (con il 52,4% dei voti) ha visto il Pd crescere rispetto al 2016, ma non arrivare alla soglia del 20%, mentre è risultata determinante per evitare il ballottaggio e vincere subito la componente civica, con la lista Tolardo sindaco che ha ottenuto l'11% dei consensi. Di sicuro, si annuncia una nuova Giunta con le donne in maggioranza: le due più votate, entrambe esponenti del Partito Democratico, Carmen Bonino e Giorgia Ruggiero, non avranno problemi a vedersi confermate. Nichelino in Comune avrà uno tra Alessandro Azzolina (forte di oltre 500 voti conquistati) e Valentina Cera, assessora uscente, mentre appare scontata la presenza di Paola Rasetto (anche lei assessora uscente), in quota Chreo Nichelino.

Tra conferme e novità

I Comunisti dovrebbero vedere confermato il loro posto in Giunta con Fiodor Verzola, il quarto più votato in assoluto, che dovrebbe restare al lavoro, ai Giovani e alle Politiche animaliste. Gli ultimi due posti dovrebbero essere assegnati ad esponenti della lista Tolardo sindaco, con Roberta Monticone (la migliore, con 47 preferenze) in pole position, anche se la diretta interessata pare abbia declinato l'offerta, dicendo di voler restare a fare il medico. Da qui la possibilità di un nome a sorpresa. Ed allora crescono le possibilità che Raffaele Riontino (Pd), con i suoi 300 voti, possa entrare a far parte della squadra.

Rebus vice sindaco

Il nodo più grosso da sciogliere resta quello del vice Tolardo: nella scorsa consiliatura c'era stato prima Filippo D'Aveni (poi uscito polemicamente dalla Giunta e schieratosi alle elezioni con il Polo delle Primarie, assieme all'ex assessora Sara Sibona), poi sostituito da Michele Pansini, che però non si è candidato, preferendo tornare a tempo pieno a fare l'avvocato, mantenendo l'impegno che aveva preso a suo tempo con la famiglia.

Tolardo durante la compagna elettorale ha parlato più volte di "rinnovamento nella continuità", possibile quindi che il nuovo vice sindaco sia un esponente giovane e forse non presente nella scorsa squadra 'di governo', per guardare già al 2026.

Massimo Demarzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium