/ Attualità

Attualità | 18 novembre 2021, 16:48

Villa confiscata alla 'ndrangheta, Cuorgné fa retromarcia: "Interessati all'acquisto"

L'Intervento del prefetto e l'arrivo di possibili fondi potrebbero sbloccare la situazione, dopo l'iniziale no del Consiglio comunale

cuorgnè - palazzo comunale

Villa confiscata alla 'ndrangheta, Cuorgné fa retromarcia: "Interessati all'acquisto"

"La presa di posizione del Prefetto apre la porta a nuovi scenari per Cuorgné e, se effettivamente si avrà modo di superare le difficoltà economiche, si potrà legittimamente tornare sulla decisione assunta". Così il sindaco di Cuorgnè, Giovanna Cresto, dopo la conferenza dei servizi di ieri sui beni confiscati alla mafia.

Il Consiglio comunale della cittadina, la scorsa settimana, aveva risposto no alla possibilità che il Comune acquisisse a titolo gratuito gli immobili confiscati all'ex boss della 'ndrangheta Giovanni Iaria. Il nuovo Prefetto di Torino, Raffaele Ruberto, ha invitato il sindaco a valutare nuove opportunità e ha assicurato il massimo impegno nella ricerca di possibili fondi con cui realizzare le opere di riconversione degli stabili a fini sociali.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium