/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 24 gennaio 2022, 07:00

San Valentino a tavola: idee per una cena romantica e sostenibile

Ecco un articolo con consigli molto utili non solo per stupire il proprio partner, ma anche per compiere scelte che rispettino in toto l'ambiente

San Valentino a tavola: idee per una cena romantica e sostenibile

Tra un mese arriverà la festa di San Valentino, un giorno all’insegna dell’amore; ogni anno tantissime coppie festeggiano il giorno degli innamorati regalando doni preziosi al proprio partner e organizzando cene a lume di candela.

Come organizzare un San Valentino green?

Oltre ai lati positivi di questa festa, però, è necessario pensare anche all’impatto negativo del consumismo che ruota intorno al giorno di San Valentino. Basta pensare alla quantità di plastica e carta che viene utilizzata per confezionare i regali. Ma non solo: negli ultimi anni, anche a causa della pandemia da Covid-19 e delle conseguenti restrizioni, nelle nostre vite ha preso piede lo shopping online. Acquistare sul web è senza dubbio molto comodo, ma quello che c’è dietro sono i mezzi di trasporto che spediscono i nostri pacchi, di conseguenza, l’inquinamento. Chi ne fa le spese è, soprattutto, la natura e di conseguenza anche la qualità di vita presente e futura. L’inquinamento ambientale è una tematica importante, che non possiamo permetterci di non considerare, perché riguarda tutti noi in egual misura.
Ciò che si dovrebbe fare, quindi, è organizzare un giorno speciale optando, però, per scelte ecologiche. Si potrebbe partire dalla scelta dei regali. Cioccolatini, pupazzi, gioielli, fiori: tutto ciò è visto e rivisto, oltre ad alimentare il consumismo e tutto ciò che ne comporta. Avete mai pensato, ad esempio, ciò che causa un giorno come San Valentino, in cui milioni di fiori vengono acquistati e regalati? Significa maggior utilizzo di pesticidi per garantire che i fiori risultino esteticamente perfetti. Non c’è bisogno di spiegare gli effetti che ciò ha sull’ambiente. Una piccola accortezza che si potrebbe avere nel caso in cui si desideri regalare un mazzo di rose al proprio partner, è quella di acquistare da produttori biologici, che coltivano in modo ecosostenibile.
Un’idea più originale per stupire il proprio partner potrebbe, invece, essere quella di creare il proprio dono. Un regalo fai-da-te è il miglior modo per dimostrare il proprio amore, dato che significherebbe non essersi limitati a cercare un regalo qualsiasi, ma aver impiegato del tempo per renderlo speciale.
Infine, si dovrebbe pensare all’immancabile cena, che caratterizza la maggior parte degli appuntamenti di San Valentino. Per le coppie che vogliono evitare i locali affollati tipici del giorno degli innamorati, si potrebbe scegliere di organizzare una cena a lume di candela a casa. Questo, forse, sarà un momento ancora più intimo rispetto alla classica cena al ristorante. Cucinare per la propria dolce metà e preparare tutto nei minimi dettagli è un gesto d’amore che non può non essere apprezzato. L’importanza di questo giorno non risiede nei regali acquistati o in una cena stellata, ma nella creazione di ricordi speciali da portare dentro il proprio cuore.

Cosa cucinare per una cena romantica?

La cena di San Valentino non ha regole specifiche: potete lasciare correre la fantasia e la creatività. Quello che non deve mai mancare è il dessert; cimentatevi quindi in cucina per preparare una torta o dei semplici cupcakes con una crema al burro e decorazioni a forma di cuore. Poi, pensate al primo piatto: la cena deve essere consistente, in modo da far capire al vostro partner che vi siete impegnati al massimo. Per un primo piatto a tema, potreste optare per la pasta a forma di cuore La Molisana, ottima da condire con qualsiasi sugo. Si tratta di una pasta creativa e ‘’alla moda’’ che può essere utilizzata anche per un semplice pranzo in famiglia, ma è un must per San Valentino. L’idea di questo formato di pasta è nata proprio il giorno di San Valentino, da una simpatica immagine pubblicitaria, che è stata votata da migliaia di persone. La Molisana, quindi, attenta ai bisogni dei consumatori, ha provveduto alla sua realizzazione. La pasta a forma di cuore de La Molisana, prende il nome di Rigacuore, dato dalla classica forma del rigatone e l’aggiunta del cuore sul bordo della pasta.

L’impegno alla lotta green de La Molisana

Oltre al messaggio romantico della pasta a forma di cuore La Molisana, dietro alla sua realizzazione vi è un’impronta ecologica da parte dell’azienda. Infatti, da pochi mesi La Molisana ha cambiato il packaging dei propri prodotti, sostituendo la plastica con la carta Kraft, ricavata solo dal legno proveniente da foreste protette da parte dell’organizzazione ForestStewardshipCouncil (FSC). Si tratta di un’associazione senza scopo di lucro che ha l’obbiettivo di proteggere la biodiversità mondiale e contribuire all’impatto positivo sull’ambiente. Il packaging della pasta a forma di cuore La Molisana e di tutti gli altri prodotti del marchio è composto da cellulosa naturale e al 100% riciclabile. Solo una piccola parte del packaging comprende la plastica, necessaria per garantire l’integrità e la qualità del prodotto e comunque anch’essa interamente riciclabile. Sulla confezione sono inoltre riportate tutte le informazioni necessarie al consumatore per assicurarsi della qualità e della storia dell'azienda. Nel packaging curato nei minimi dettagli, il cliente può trovare la certificazione delle materie prime, garanzia della genuinità del grano e della sua provenienza italiana.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium