/ Attualità

Attualità | 27 giugno 2022, 15:00

CasaOz festeggia i suoi primi 15 anni con un fumetto scritto da Marco Ponti e disegnato da Teresa Cherubini

La 'quotidianità che cura' raccontata in modo pop e inclusivo per arrivare a tutti

fumetto casaoz

CasaOz festeggia i suoi primi 15 anni con un fumetto scritto da Marco Ponti e disegnato da Teresa Cherubini

Quest’anno CasaOz, la onlus nata nel 2007 a Torino come luogo di accoglienza per bambini che affrontano la malattia e per le loro famiglie, spegne quindici candeline. E per festeggiare si è fatta un regalo speciale: un ritratto d’autore. Anzi di due autori: il regista torinese Marco Ponti e la giovane fumettista Teresa Cherubini. Che attraverso parole e matite hanno creato la prima striscia a fumetti dedicata a CasaOz, raccontandone in un modo pop, inclusivo e capace di arrivare a tutti, la quotidianità che cura.  

Nelle vignette, dove domina il colore “verde CasaOz”, i protagonisti sono proprio i bambini e ragazzi che vivono tutti i giorni la casa, con i suoi oggetti, i gesti e i momenti che la rendono speciale: il divano per chiacchierare e rilassarsi, il calcetto per divertirsi, i libri da leggere insieme, i momenti di festa quotidiani con tanta musica, risate e abbracci, tutte le piccole e grandi occasioni  di confronto e condivisione che sono alla base della quotidianità che cura, valore su cui CasaOz si fonda da quindici anni. 

In questi anni - spiega Enrica Baricco, Presidente di CasaOz  - abbiamo provato a raccontarci in tanti modi: con le nostre voci, con le foto, con il nostro sito, con i social. Per i nostri quindici anni abbiamo deciso di ‘costruire’ un fumetto e di narrare attraverso le vignette la quotidianità che cura di CasaOz. E per farlo abbiamo scelto due amici: Marco Ponti si è occupato dei testi e Teresa Cherubini dei disegni. Grazie a loro, e grazie a tutte le persone che hanno partecipato ai primi 15 anni di CasaOz!”. 

CasaOz – aggiunge Marco Ponti - nasce come un’idea che a tutti sembrava folle, e proprio per questo ha avuto in sé la forza di diventare qualcosa di grande, di bello e che può fare la differenza nella vita di molte persone. Io ho avuto il privilegio di assistere alla nascita di questa ‘scintilla’, e di poter vedere da vicino come diventasse via via più luminosa fino a diventare realtà. 
E dunque è con un entusiasmo raro che mi trovo a vedere CasaOz compiere 15 anni, e constatare come, anche in tempi nefasti come questi, questo posto sappia ogni giorno dare forza e bellezza alle relazioni umane. La mia piccola goccia nell’oceano sono oggi queste pagine, impreziosite dai disegni della cara Teresa. Una piccola goccia, sì, ma che meraviglia essere in un oceano come CasaOz”. 

Conclude Teresa Cherubini: “Quando Enrica mi ha fatto conoscere CasaOz, e l’idea della quotidianità che cura, ho cominciato immediatamente ad immaginare come poter trasmettere questo concetto attraverso le immagini. La malattia può isolare: proprio per questo trovo importante far vedere che le cose non devono andare per forza così, che ci può e ci deve essere un’altra ‘versione’. Sono davvero felice di aver potuto far parte dei festeggiamenti per i 15 anni di una bellissima organizzazione che si impegna a condividere. Voglio ringraziare Enrica e tutto il team di CasaOz per aver pensato a me per queste pagine, e Marco per avermi dato le parole perfette”. 

Il tema della narrazione della disabilità attraverso le illustrazioni diventerà inoltre protagonista della mostra che CasaOz, insieme all’agenzia di comunicazione GiustiEventi, organizzerà in occasione dell’edizione 2022 dei Torino Graphic Days (17 settembre - 2 ottobre 2022). Nel cortile dei MagazziniOz saranno esposte riproduzioni di illustrazioni di Albi Illustrati che trattano il tema delle disabilità, per scoprire come si possono affrontare temi difficili con leggerezza, intelligenza ed empatia. 

CasaOz 

CasaOz è nata a Torino nel 2007 e ha avuto la sua prima sede nell'ex Villaggio Olimpico. Nel 2010 CasaOz ha inaugurato la ‘casa’ vera e propria, nelle immediate vicinanze dell'Ospedale Infantile Regina Margherita, per essere sempre di più un luogo di accoglienza per bambini che affrontano la malattia e per le loro famiglie. 

www.casaoz.org 

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium