/ Attualità

Attualità | 28 luglio 2022, 15:40

Entro il 2026 riqualificato il Valentino, Civica Centrale in Torino Esposizioni e battelli elettrici sul Po. 158 mln per il recupero

La road map delineata dall'assessore all'Urbanistica Paolo Mazzoleni: "Saranno rispettati i tempi imposti dal Pnrr"

parco del valentino - foto d'archivio

Entro il 2026 riqualificato il Valentino, Civica Centrale in Torino Esposizioni e battelli elettrici sul Po

Entro il 2026 sarà completamente riqualificato il Parco del Valentino. E aumentano i finanziamenti per la sistemazione del polmone verde di San Salvario, che raggiungono quota 158 milioni. Cento milioni dal Pnrr, a cui si aggiungono fondi dal Ministero della Cultura e 8 milioni dall'eredità olimpica.

Civica Centrale in Torino Esposizioni 

A delineare la road map l'assessore all'Urbanistica Paolo Mazzoleni, durante una commissione di aggiornamento. Il grosso della cifra è destinato alla trasformazione di Torino Esposizioni, dove verrà trasferita la Civica Centrale nel PalaNervi. Prevista poi una seconda linea di finanziamento per il restauro del parco e per la navigazione fluviale del Po. Una terza per recupero del Borgo Medievale e poi il Teatro Nuovo

Aule di Politecnico e UniTo

"Tutti i viali, tranne forse viale Virgilio, verranno de-impermeabilizzati" ha spiegato l’assessore al Verde Francesco Tresso. Sono poi previsti investimenti del Politecnico di Torino per la sistemazione dei padiglioni 3A e 3B, dove verranno create aule e zone studio in dialogo con il Castello del Valentino. Al Politecnico andrà anche il Padiglione 1.

I tempi 

E sul cronoprogramma, come ha spiegato Mazzoleni, "stiamo raccogliendo gli ultimi pareri. In autunno tutti i progetti di fattibilità tecnico economico, coordinati tra i vari assessorati, saranno pronti per le prime gare”. E i tempi sono serrati. L'ultimo trimestre del 2022 e tutto il 2023 saranno usati per l'approvazione della fattibilità economica, l'indizione delle gare e la successiva assegnazione. I lavori cominceranno ad inizio del 2024, per essere conclusi a metà del 2026, così come richiesto dal Pnrr. 

Tornano i battelli sul Po

L'assessore Tresso ha confermato che a solcare il Po tra i Murazzi e Moncalieri saranno battelli elettrici, con una capienza circa di 50/60 persone. Il progetto ha un costo di 10 milioni e prevede interventi di manutenzione degli imbarchi esistenti (Borgo Navile, Le Vallere, Piscina Lido, Italia ’61, Borgo Medievale, Murazzi), con rifacimento della pavimentazione in legno dei moli, oltre alla sostituzione delle transenne in ferro ammalorate.

Verrà poi realizzata una struttura per il rimessaggio delle imbarcazioni subito a monte della passerella Maratona, costituita da una darsena lunga 70 metri e larga 23, dotata di pontile galleggiante e carro-ponte per sollevare gli scafi.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium