/ Cronaca

Cronaca | 18 agosto 2022, 16:20

A Torino infermieri in rivolta: "Non cercheremo gli ovuli di droga nelle feci dei narcos"

Il sindacato Nursing Up ha inviato una lettera di diffida alla Città della Salute di Torino: il macchinario che divide gli ovuli dagli escrementi è rotto e la possibilità paventata era quella di una ricerca manuale

Ovuli di droga

Ovuli di droga

C'è chi dice no, canterebbe Vasco. Ed è un "no" secco, perentorio, quello che il sindacato degli infermieri Nursing Up pronuncia in merito alla possibilità che siano gli infermieri delle Molinette a cercare nelle feci gli ovuli di droga espulsi dai narcotrafficanti.

Il sindacato ha infatti inviato una lettera di diffida all'Amministrazione della Città della Salute di Torino, a seguito delle voci circolate sulla proposta che, stando a quanto riportato dal Nursing Up, sarebbe al vaglio dell'Assessorato alla Sanità.

"Il Nursing Up è totalmente contrario a questa iniziativa che rappresenta una grave e inaccettabile imposizione, che lede non solo la dignità degli infermieri delle Molinette, ma della professione intera" scrive il sindacato, che ha annunciato di essere pronto a una durissima reazione. 

"Tutto nasce dall'esigenza dell'attività giudiziaria di recuperare gli ovuli di droga ingeriti dai corrieri e spacciatori nel momento in cui questi vengono evacuati" spiegano Claudio Delli Carri, segretario regionale Nursing Up Piemonte e Ivan Bufalo, segretario aziendale Nursing Up Città della Salute. "Tale attività non ha carattere sanitario ma di pubblica sicurezza ed è una competenza attribuita all'amministrazione penitenziaria, espletata sotto sorveglianza degli agenti di polizia attraverso un macchinario appositamente utilizzato a tale scopo" affermano.

Macchinario in dotazione al carcere Lorusso e Cutugno di Torino, ma attualmente rotto. L'alternativa? Cercare manualmente gli ovuli nelle feci.

"Ancora una volta la politica ci mostra il suo volto peggiore. Siamo di fronte al gioco in cui da un lato si elogia il valore degli infermieri per opportunismo e dall'altro li si vessa nei fatti non assegnando loro le risorse necessarie allo svolgimento del loro lavoro?" concludono i sindacalisti. 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium