/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 28 marzo 2023, 16:02

Amazon, a Torrazza Piemonte si cambiano i turni dopo le lamentele da parte dei lavoratori: da 5 si passa a 3 (e più flessibli)

Un'indagine a inizio anno aveva segnalato difficoltà per il 95% degli addetti a conciliare vita privata e lavorativa. Azienda e sindacati hanno trovato una nuova organizzazione con più opzioni a favore dei dipendenti

interno di stabilimento Amazon a Torrazza

Nuovi turni all'interno dello stabilimento di Torrazza Piemonte

Torrazza Piemonte, si cambia. Tutto era nato da un'indagine che i sindacati di Filt Cgil e Fit Cisl avevano portato avanti nei primi giorni del 2023 e che aveva riscontrato un certo malcontento tra i lavoratori Amazon dello stabilimento torinese. Addirittura il 95% dei lavoratori che avevano partecipato aveva risposto (500 su 1600 totali) di aver difficoltà a conciliare i tempi del lavoro con quelli della vita privata.

Incontri che hanno portato frutto

Ne sono seguiti una serie di incontri con l'azienda e il ragionamento su alcune proposte ed ecco che, nei giorni scorsi, si è tagliato il traguardo. "Si conclude un importante e difficile percorso congiunto di grande sinergia tra i territoriali Filt Cgil, Fit Cisl e Amazon Logistica - dicono Francesco Imburgia di Filt Cgil, coordinatore regionale per il Dipartimento Trasporto Merci – Logistica e Stefania Barattini di Fit Cisl, coordinatrice regionale Gruppo Amazon – sulla complicata trattativa turni di lavoro debitamente sottoscritta dalle parti, determinando 3 proposte migliorative di nuove turnazioni di cui una a 3 turni con elementi di ampia flessibilità a favore dei lavoratori come auspicavamo, presentate in oggi ai lavoratori nelle assemblee sindacali per la fase di consultazione".

Da cinque turni a tre

Alla fine, la soluzione che sembra emergere come la preferita è quella che riduce i turni da cinque a tre. Si passa da uno schema di mattino (6:30-14:30), centrale (10:15 - 18:15), late (14:30-22:30), late night (19:00 - 3:00) e night (22:30 - 6:00) a uno schema su tre turni, ovvero mattino, late e night. Ma con alcune soluzioni di "flessibilità" a favore dei dipendenti.

Oltre alla possibilità di cambiare un giorno di turno con uno di riposo ("switch") e di scambiare un turno con un altro ("swap"), la nuova possibilità è stata ribattezzata "self service" e permette di passare da uno dei tre turni "superstiti" a uno dei due che sono stati tolti dalla programmazione standard: centrale e late night.

"In Amazon privilegiamo da sempre un rapporto aperto e diretto con i dipendenti - commentano dall'azienda -. In un’ottica di continua innovazione abbiamo introdotto, nel settembre dello scorso anno, un progetto pilota per un nuovo modello di rotazione su cinque turni per il centro di distribuzione di Torrazza Piemonte. Dopo un periodo di prova abbiamo chiesto ai nostri dipendenti un riscontro in merito. Abbiamo ascoltato le loro richieste, opinioni e suggerimenti, anche tramite i loro rappresentanti, e abbiamo quindi elaborato delle proposte di nuovi modelli di turnazione che abbiamo condiviso in questi giorni con le rappresentanze sindacali di sito".

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium