/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 21 settembre 2023, 10:44

L'orgoglio di Torino corre sulla scia delle super macchine: da tutto il mondo per conoscere le nostre migliori aziende [FOTO e VIDEO]

Prima volta in Italia per un b2b dedicato al mondo delle hypercar. Quasi 60 buyer a colloquio con 69 imprese locali specializzate

L'orgoglio di Torino corre sulla scia delle super macchine: da tutto il mondo per conoscere le nostre migliori aziende

L'orgoglio di Torino corre sulla scia delle super macchine: da tutto il mondo per conoscere le nostre migliori aziende

I motori non rombano, dentro la Nuvola, ma è come se lo facessero. Sono tante le auto da sogno, le cosiddette hypercar, che hanno radice a Torino o che possono costruire un futuro decisamente prossimo. 

Quasi settanta aziende piemontesi sedute allo stesso tavolo con oltre 30 buyer internazionali. Ecco la platea richiamata oggi alla Nuvola Lavazza, in occasione della prima edizione di Hypercar event, organizzata da Ceipiemonte insieme a Camera di Commercio di Torino e Regione. In programma, fino a domani, oltre 400 incontri per mettere nuovo carburante in questo comparto.

La prima volta in Italia

I marchi sono da sogno. Ferrari, Lotus, Pininfarina, Jaguar, Land Rover, solo per dirne alcune. "È il primo b2b organizzato in Italia su questo settore così esclusivo, perché il Piemonte conta su un distretto di primissimo livello, tra aziende, ricerca e Università", dice Fabrizio Ricca, assessore regionale all'Internazionalizzazione. 

Sono sei le auto gioiello che si mostrano dentro la Nuvola. Tutte progettate e prodotte in Piemonte. La New Stratos di Manifattura Automobili Torino, Battista di Pininfarina, EVO37 di Kimera automobili, ZEROUNO DUERTA di Italdesign, Vulcano Titanium di Cecomp e H2 speed di Pininfarina.

E Torino e il Piemonte mettono sul tavolo design, stile, ma anche catene di fornitura di primo livello. "Si tratta di un settore molto specializzato che non ha sofferto la crisi in passato e non teme le sfide per il futuro - aggiunge Guido Bolatto, segretario generale di Camera di Commercio di Torino -. Ci sono competenze uniche e specializzazioni in grado di ricreare pezzo e componenti su misura".

I dati elaborati da Deloitte dimostrano poi come, anche in anni difficili come quelli trascorsi, il segmento dei veicoli di lusso non ha mai sofferto la crisi. A livello internazionale vale 15,2 miliardi di dollari e potrebbe arrivare a 224,5 miliardi di dollari entro il 2031. Un tasso di crescita di oltre il 31% annuo. E l'Italia, con Getmania e Uk, è uno dei Paesi protagonisti della produzione.

Qui la prima hypercar a emissioni zero

"Era davvero tempo che un evento simile si tenesse in questa città - dice Dario Peirone, presidente di Ceipiemonte - perché qui ci sono grandissimi protagonisti di un settore che qui ha scritto la storia dell'auto. Siamo poi fortemente orientati al futuro e all'innovazione e siamo in grado si realizzare modelli o componenti che possano garantire grandi performance. Qui è stata realizzata la prima hypercar a emissioni zero e sono tanti gli esempi che ci confermano di andare nella direzione giusta".

Un tempo erano tutte hypercar

E Alberto Dal Poz, vicepresidente di Unione Industriali Torino, sottolinea: "Il nostro passato è da sempre legato a questo ambito dell'automotive. Una volta erano ancora di più le aziende legate al mondo hypercar, perché agli inizi ogni vettura lo era, a modo suo, prima che diventasse una produzione di massa. E oggi siamo alla dimostrazione di cio che può offrire a tutto il mondo la nostra filiera dell'auto".

 

 

Massimiliano Sciullo

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium