/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 29 febbraio 2024, 18:45

Mirafiori, l'ad di Fiat scaccia le nuvole: "Con gli incentivi del Governo nuove prospettive per la 500bev"

Francois: "Il nuovo schema sarà uno stimolo fondamentale per Torino, ma anche per Pomigliano e la Panda"

500 elettrica in ricarica

Da Pomigliano d'Arco parole di conforto anche per Mirafiori

Le parole di Carlos Tavares, ceo di Stellantis, avevano messo i brividi agli stabilimenti di Mirafiori e di Pomigliano. Ma ora, con gli incentivi, si torna a guardare al futuro con ottimismo. La conferma arriva da Olivier Francois, amministratore delegato di Fiat e direttore marketing globale del Gruppo.

 

"Ringrazio il Ministero del Made in Italy perchè il nuovo schema che entrerà in vigore a breve sarà uno stimolo fondamentale per la produzione nei nostri stabilimenti italiani. Non solo Pomigliano e la Panda, ma anche Mirafiori e la 500 elettrica", le sue parole, pronunciate proprio nello stabilimento campano, alla presentazione della "Pandina".

Riflettori puntati, insomma, sui 940 milioni di euro preannunciati nei giorni scorsi dal ministro del Made in Italy, Adolfo Urso. "Se e quando arriveranno questi incentivi, avranno impatto sul Made in Italy e i prodotti più sintonizzati su incentivi che toccano generalmente le macchine piccole, quindi la Panda, per cui prevediamo subito un aumento produttivo, sperando che gli incentivi arrivino a stretto giro. Inoltre, daranno peso all’elettrico e quindi sarà aiutata la 500 elettrica, altra campionessa del Made in Italy. Appena partono gli incentivi, cambiano prospettive a Pomigliano e Mirafiori".

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium