/ Sanità

Sanità | 17 maggio 2024, 11:59

Vitamine Jazz - 4 volte 100. Un nuovo traguardo all’ospedale Sant’Anna

Appuntamento per lunedì 20 maggio, in via Ventimiglia 3

Ospedale Sant'Anna

Jazz e benessere per l'ospedale Sant'Anna di Torino

Nuovo traguardo all’ospedale Sant’Anna di Torino: è stata superata la tappa delle 400 “Vitamine jazz”, concerti di musica live, varate dalla Fondazione Medicina a Misura di Donna Onlus e curato da Raimondo Cesa.

Il progetto ha visto la generosa partecipazione di oltre 300 jazzisti di fama nazionale ed internazionale, che portano il benvenuto alla vita nei reparti di maternità, accompagnano le cure oncologiche durante le chemioterapie e danno valore ai tempi di attesa nelle sale d’aspetto ed al pronto soccorso.

Tutto ciò ne fa il più articolato, ampio e longevo programma al mondo di concerti jazz realizzati in un ospedale ed approdati sui social durante la pandemia con più di un milione di visualizzazioni anche estere.

Il progetto, che si colloca nel percorso strategico sull’alleanza virtuosa tra “Cultura e Salute”, varato dalla Fondazione nel 2011 e coordinato da Catterina Seia, è stato valutato “benefico per le pazienti e per gli operatori sanitari, nel sistema delle relazioni”, nel corso di focus group con operatori sanitari del Sant’Anna, condotti da ricercatori della IULM.

“Attendiamo gli appuntamenti con curiosità e meraviglia. Siamo ogni giorno parte di una lotta. La musica ci stimola. Ci ha aperto personalmente nuovi mondi. Le note rimangono nelle stanze, con le pazienti, anche dopo il saluto dei musicisti” affermano alcune operatrici sanitarie intervistate, segnalando anche il cambiamento e la crescita del loro consumo culturale nel tempo libero.
Gli stessi musicisti definiscono l’ospedale “un grembo armonico”, una “grande scuola di empatia” ed affermano che l’esperienza dell’esecuzione ad personam genera un arricchimento personale e professionale.

"Siamo orgogliosi di questo traguardo all’insegna dell’umanizzazione delle cure e di un ospedale capace di prendersi cura delle pazienti a 360 gradi” afferma il dottor Giovanni La Valle, Direttore Generale della Città della Salute di Torino. “Ringraziamo tutti gli artisti e la Fondazione Medicina a Misura di Donna che hanno permesso questa iniziativa senza precedenti in Italia”.
“L’arte ha la capacità di rendere gli spazi pubblici ambienti di vita più vicini ed accoglienti per tutti noi” dichiara il professor Stefano Geuna, Rettore dell’Università di Torino. “Il progetto “Vitamine Jazz” promosso all'ospedale Sant’Anna, eccellenza europea per ricerca e cura per la ginecologia e l'ostetricia, dalla Fondazione Medicina a Misura di Donna, raggiunge oggi un traguardo straordinario, non solo per il numero delle esecuzioni musicali e la grande partecipazione di artisti, ma anche perché dimostra che un ambiente artisticamente e culturalmente stimolante interviene sul miglioramento del percorso di accoglienza e cura. Un contributo essenziale al futuro della medicina universitaria, che rientra negli obiettivi strategici di responsabilità sociale nei confronti dei territori nei quali l’Ateneo opera”.
“La musica si è dimostrata una importante alleata nel percorso di cura e per questo siamo riconoscenti a tutti gli artisti che hanno risposto con grande generosità ed entusiasmo al nostro appello” afferma la professoressa Chiara Benedetto, Presidente della Fondazione Medicina a Misura di Donna.


Nel corso dell’evento saranno rievocate dal vivo le musiche che caratterizzano le “Vitamine Jazz”. In Aula Dellepiane: Gilson Silveira (pandeiro), Sabrina Mogentale (voce e ukulele) e Giulia Firpo (voce); nella sala di attesa del reparto maternità del terzo piano: i maestri Emanuele Sartoris e Federica Bertot suoneranno a quattro mani il nuovo pianoforte donato alla Fondazione Medicina a Misura di Donna Onlus in ricordo di Massimo Betti.
Durante l’evento verrà inoltre attribuita la borsa di studio finalizzata alla ricerca sul “Ruolo dei fattori stressanti nell’esperienza del dolore percepito in donne affette da endometriosi: aspetti clinici e di intervento”, che quest’anno sarà dedicata alla dottoressa Claudia Cionini, medico psichiatra - psicoterapeuta e socia fondatrice della Fondazione Medicina a Misura di Donna.

Infine, sarà proiettato il filmato contenente le fotografie di Stefano Barni e Carlo Mogavero al Teatro Juvarra durante il concerto per la seconda edizione del Vitamine Jazz Festival di dicembre 2023.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium