/ Attualità

Attualità | 18 giugno 2024, 18:39

Torrente Pellice più sicuro e accogliente per pesci e anfibi

L’Aipo ha svolto interventi per 4 milioni di euro a Garzigliana, Bricherasio, Cavour, Vigone e Villafranca Piemonte

Un tratto del Pellice, oggetto di intervento

Un tratto del Pellice, oggetto di intervento

Ridurre il rischio idrogeologico e migliorare l’habitat del torrente Pellice. Questo lo scopo di un mosaico di 9 interventi, in 5 lotti, che l’Agenzia Interregionale del fiume Po (Aipo) ha portato a termine con 3.958.527 euro di fondi statali.

Coinvolto il tratto che attraversa i Comuni di Garzigliana, Bricherasio, Cavour, Vigone e Villafranca Piemonte.

Sono stati movimentati circa 300.000 metri cubi di materiali in alveo, senza estrazione, evitando accumuli pericolosi che aumenterebbero il rischio di inondazioni, aprendo rami secondari e difendendo i tratti in erosione.

Si sono rafforzate le sponde del torrente e realizzati dei pennelli, ovvero opere sporgenti che allontanano il vivo della corrente dalla sponda.

Gli interventi hanno comportato opere in massi di cava per circa 24.000 m3, la messa a dimora di 23.000 esemplari di essenze arbustive e arboree, più di 4.300 talee di salice e il diradamento di una superficie boscata di 30.000 m2, mediante tagli selettivi. La messa in sicurezza assieme al processo di rinaturazione sono stati pensati per migliorare le condizioni per la fauna ittica e gli anfibi.

Miriam Hamdi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium