/ Attualità

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Attualità | lunedì 20 marzo 2017, 12:26

"Siamo una risorsa": il 26 marzo a Torino migliaia di musulmani al convegno "Islam. Rinnovamento, etica e spiritualità"

Gli organizzatori: "Sarà un'occasione per ribadire che la presenza musulmana in Italia non può essere considerata soltanto in termini di ordine pubblico e di sicurezza"

Un islam che rispetta il credo e le pratiche musulmane, facendo proprie la cultura e i principi del vivere comune in Italia. È questo uno dei temi al centro del Convegno nazionale PSM 2017, che si svolgerà al Centro del Lingotto il prossimo 26 marzo. Tema dell'edizione "Islam. Rinnovamento, etica e spiritualità".

La giornata è uno dei più importanti momenti d'incontro e di riflessione sulle evoluzioni dell'Islam italiano. "Che insiste su un approccio positivo alla cultura", spiegano gli organizzatori, "alle arti, alla creatività e su un senso di appartenenza consapevolmente vissuto e una cittadinanza responsabile e aperta".

"Di fronte alla paralisi di cui sembra soffrire il pensiero musulmano contemporaneo", proseguono, "si rende urgente un rinnovamento che si fondi su un'autentica e profonda riconciliazione con la dimensione spirituale fondamentale  della fede musulmana".

Momento centrale del convegno è la tavola rotonda, a cui interverranno don Luigi Ciotti del gruppo Abele, che tratterà del rapporto tra fede ed etica, Ahmed Rahmani, direttore del Centro studi sulla modernità di Parigi; Drisa Makboul, direttore del centro studi Ibn Ghazi in Marocco; il prof. Massimo Campanini, storico del pensiero islamico all'Università di Trento; lo scrittore Pietrangelo Buttafuoco.
Nel primo pomeriggio si terrà una sessione spirituale sul tema del rinnovamento della fede e la purificazione necessaria per raggiungere le più alte vette dell'amore e della prossimità divina.
Al convegno sono attesi circa 1700 partecipanti, musulmani e non musulmani, provenienti dalle varie regioni italiane, ad accoglierli oltre 150 volontari, in gran parte giovani.

"Il Convegno PSM 2017", spiegano gli organizzatori, "sarà un'occasione per ribadire che la presenza musulmana in Italia non può essere considerata soltanto in termini di ordine pubblico e di sicurezza, essa è soprattutto un valore aggiunto, una ricchezza culturale e una risorsa etica per il nostro Paese".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore